Cameo socio di My Cooking Box Al via il mercato degli Stati Uniti
Chiara Rota con una delle sue box

Cameo socio di My Cooking Box
Al via il mercato degli Stati Uniti

Tutto è iniziato dall’idea di realizzare una box dolce, dopo i tanti primi e secondi piatti, ma quella che doveva essere una semplice collaborazione è diventata qualcosa di più: il colosso dei dolci Cameo è entrato in società con la start up bergamasca My Cooking Box.

Un ingresso con quota minoritaria che dà però il via a una nuova linea di box di dolci che sarà lanciata nei prossimi due mesi: si inizierà con cinque box di torte e dessert al cucchiaio. «Un primo passo per poi estendere la nostra offerta e dare sempre una specializzazione e qualità che contraddistinguono il nostro prodotto» spiega Chiara Rota, fondatrice del progetto insieme a Francesca Pezzotta. L’idea è partita nel 2015, ai tempi di Expo Milano, e dall’anno successivo la start up di Gorle ha lanciato una box dopo l’altra: all’interno gli ingredienti perfettamente dosati e tutte le indicazioni per preparare un piatto italiano. «Mancavano i dessert e ci pensavo da tempo di realizzare una collaborazione, con la consapevolezza che il prodotto di pasticceria è molto specialistico: era importante avere un partner competente».

Cameo, azienda del food presente in Italia da oltre 80 anni e specializzata in torte, pizze e dessert, ha quindi monitorato l’azienda bergamasca e l’ha vista crescere: «Ha creduto così tanto nel nostro modello di business che è entrata in società». Non solo per la linea di dolci, ma per tutto la produzione, che continua a crescere: «Siamo a quota 15 box e nei prossimi due mesi ne lanceremo altre quattro: la Cena pugliese, quella piemontese, il primo risotto (ovviamente alla Milanese, ndr) e altre tipologie di pizza.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 22 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA