Sabato 04 Dicembre 2004

Camera di Commercio, i programmi per l’anno prossimo

La Camera di Commercio ha delineato i punti operativi su cui costruire nel 2005 i suoi progetti a favore dello sviluppo dell’economia provinciale. In particolare, la Camera di commercio valuta come elemento strategico il miglioramento dell’efficienza e della qualità della sua organizzazione, attraverso la modernizzazione della struttura e l’accelerazione dei processi di innovazione tecnologica dei servizi interni. Fondamentale anche il rafforzamento della centralità del «cliente» che va perseguito con l’obiettivo della piena soddisfazione delle esigenze dell’utente.

Spazio anche al miglioramento della qualità dei servizi certificativi da attuarsi attraverso la riduzione dei costi e migliorando la tempestività dei servizi anche con il decentramento fisico degli sportelli e l’informatizzazione delle procedure.

AGRICOLTURA Tra gli interventi strategici e programmatici di settore, per quanto riguarda l’agricoltura la Camera di commercio punta a favorire interventi strutturali sul sistema delle imprese, nonché ad interventi mirati su specifiche produzioni nonché ad attivare cooperazioni con altri attori locali: sostengo alla produzione, ma anche favorire iniziative di certificazione alla qualità e alla valorizzazione delle tipicità.

INDUSTRIA L’impegno è rivolto al consolidamento del comparto manifatturiero: da realizzarsi attraverso il sostegno alla diffusione delle nuove tecnologie, il sostegno del ruolo del Consorzio fidi, ma anche in iniziative nel campo della sicurezza sul lavoro, della formazione, dell’internazionalizzazione della ricerca e dell’innovazione.

ARTIGIANATO L’obiettivo è quello, in coordinamento con gli altri attori del sistema, di garantire la competitività alle piccole e medie imprese del settore: dal sostengo al credito con il rafforzamento di garanzie per il credito agevolato e contributi per investimenti di carattere innovativo, al progetto Basilea 2, dall’innovazione tecnologica alla formazione al sostegno per la partecipazione a fiere.

COMMERCIO L’impegno dell’ente camerale si concentrerà sul fronte del ruolo di governo del processo di cambiamento in atto della rete distributiva. A cui non mancherà iniziative di appoggio per l’agevolazione al credito tramite i consorzi fidi, e iniziative dedicate alla formazione e all’innovazione tecnologica.

TURISMO Si punterà a favorire una politica di «turismo di sistema»: attraverso la promozione del marchio di qualità delle imprese alberghiere, la valorizzazione turistica e la promozione del territorio, la promozione di strumenti di certificazione integrata e il sostegno alla partecipata Agenzia per il turismo.

TRASPORTI Obiettivo è il miglioramento della mobilità e della circolazione di merci e persone: non solo attraverso la rappresentanza del sistema delle imprese ai tavoli dove si incontrano gli attori locali per la progettazione e la realizzazione delle infrastrutture, ma anche nell’impegno diretto nelle società che saranno coinvolte nella realizzazione delle infrastrutture viarie.

(04/12/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags