Casa di riposo: nessuno perderà il posto di lavoro

Casa di riposo: nessuno perderà il posto di lavoro

Nessuno dei dipendenti Sodexo al lavoro nella Casa di Riposo di via Gleno perderà il posto, nessuno vedrà cambiare le condizioni economiche e normative contenute nei propri contratti, malgrado il temporaneo cambio di mansione: si è conclusa così la trattativa sul destino di 9 lavoratori impegnati nel guardaroba e nella lavanderia (servizi che hanno chiuso) e di altri 5 che lavorano nelle cucine. L’accordo è stato siglato venerdì mattina, 12 settembre, presso la Fondazione Maria Ausiliatrice tra la Sodexo Italia S.p.A., rappresentata da Roberto Sancini e Manuela Cremoli, la FILCAMS-CGIL rappresentata da Anna Bertoli, la FISASCAT-CISL rappresentata da Luca Bottani e i rappresentanti dei lavoratori Maria Grazia Cafaro, Maria Gualtieri, Marisa Piras e Viviana Moro.“Questo accordo sindacale chiude una difficile fase, almeno dal punto di vista formale” spiega Anna Bertoli della segreteria provinciale FILCAMS-CGIL e componente della segreteria CGIL di Bergamo. “ Ora si tratta di gestire gli accordi sottoscritti, cosa altrettanto difficile, ma si sono almeno tutelati sia i posti di lavoro, che le condizioni economiche e normative. Oltre al posto di lavoro salvo, questi dipendenti mantengono anche il diritto di precedenza quando si libereranno posti nel settore di mansione precedente. Sodexo, inoltre, si impegna a far crescere le professionalità all’interno dell’organico esistente, invece di assumere professionalità da fuori”. Con quest’intesa si è arrivati alla soluzione dell’ultima fase della vicenda dei lavoratori della casa di riposo, dopo l’accordo stipulato nel giugno scorso tra Sodexo, FP-CGIL, FILCAMS-CGIL, FPS-CISL, FISASCAT-CISL e la RSU della Fondazione per regolare il passaggio di 18 ex dipendenti della Fondazione a Sodexo e dopo la chiusura da parte della Fondazione del servizio di lavanderia.Per effetto di quell’accordo, che prevedeva il passaggio di tutto il personale sopra indicato dalla Fondazione a Sodexo, quest’ultima aveva, infatti, dichiarato di avere momentaneamente 9 lavoratori in eccedenza alla lavanderia e 5 alla ristorazione. Con l’accordo raggiunto venerdì si è convenuto che (testo originale):“- Sodexo si impegna a garantire tutti i posti di lavoro in essere alla data odierna c/o la Fondazione Maria Ausiliatrice, con le medesime condizioni contrattuali, economiche e normative;- al fine di consentire al meglio il servizio di ristorazione, poiché Sodexo dichiara un sovraffollamento di personale in detto servizio, l’azienda propone di utilizzare come aiuto temporaneo parte del personale della ristorazione nel servizio di pulizia (servizio che in questi mesi ha sofferto di carenza di personale addetto);- il personale della lavanderia, verrà impiegato momentaneamente per il servizio di pulizia c/o la Fondazione alle seguenti condizioni:il personale proveniente dalla lavanderia/guardaroba manterrà le stesse condizioni contrattuali (CCNL TURISMO-Parte speciale Pubblici Esercizi) economiche, normative ed orari di lavoro precedenti al loro temporaneo impiego nel servizio di pulizia. Tale personale avrà il diritto di precedenza di impiego futuro nel servizio ristorazione-mensa rispetto a nuove assunzioni o trasferimenti provenienti da altro appalto; per il personale già impiegato nel servizio di ristorazione, che risulta momentaneamente in eccedenza, si conviene che a turno per la durata massima di tre mesi, 3 persone siano in servizio c/o l’appalto delle pulizie, mantenendo inalterate le condizioni contrattuali (CCNL TURISMO-Parte speciale Pubblici Esercizi) economiche e normative. Mano a mano si libereranno posti di lavoro nella ristorazione, il diritto di precedenza ad occupare tali postazioni sarà del personale proveniente da tale settore. Saranno esclusi dal trasferimento temporaneo al servizio di pulizia i seguenti lavoratori:· personale con figli entro l’età della scuola elementare· personale a cui è riconosciuta la L. 104,· personale con limitazioni di cui alla Legge 68/99, · personale sprovvisto di patente o che ha difficoltà con gli orari dei mezzi pubblici. Si conviene, inoltre, di favorire le adesioni volontarie per la collocazione temporanea nell’attività di pulizia.La Sodexo si impegna a favorire ed a preferire la crescita professionale interna con diritto di precedenza al personale dipendente occupato alla data attuale nella struttura della Fondazione favorendo il passaggio a mansioni superiori ed al livello corrispondente all’attuale personale in forza”. (15/09/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA