Martedì 28 Dicembre 2004

Costo del denaro quasi invariato a novembre

Il costo del denaro per le imprese bergamasche si è sostanzialmente stabilizzato. Secondo la consueta rilevazione mensile effettuata dalla Piccola industria dell’Unione industriali di Bergamo a novembre non ci sono state infatti variazioni nella griglia dei tassi praticati sui prestiti di conto corrente. Fermi quindi al 7,8% il tasso medio, al 13% il tasso massimo e al 6,5% il tasso minimo registrato (che peraltro aveva segnato una crescita di oltre mezzo punto a ottobre).

Per quanto riguarda lo sconto salvo buon fine invece si segnala un ribasso di dieci centesimi sia sul tasso massimo (6,9% rispetto al 7% di ottobre), sia sul tasso minimo (ridisceso al 2,6% di settembre, dal 2,7% di ottobre), mentre resta invariato al 4,1% il tasso medio.

Per quanto riguarda i tassi medi, rispetto ad un anno prima (novembre 2003), si registra un ribasso di dieci centesimi sullo sconto salvo buon fine, mentre sul conto corrente il valore è rimasto invariato.

A livello nazionale a novembre il principale tasso di mercato (Euribor 3 mesi lettera, media del mese) è salito, al 2,198% dal precedente 2,177%: invariati invece il prime rate Abi, il tasso alla migliore clientela (7,125%), e il tasso di riferimento al 2%.

(28/12/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags