Lunedì 03 Maggio 2004

Creberg, crescono utile e volumi di attività

Il Credito Bergamasco ha chiuso il primo trimestre 2004 con un untile netto di 21 milioni (+1,8%), e un margine dei servizi di 37,4 milioni (+8,5%). La raccolta diretta è cresciuta del 16,2%, raggiungendo i 7.706,7 milioni, mentre la raccolta indiretta è salita del 5,9%. La raccolta totale da clientela al 31 marzo scorso è salita a 16.357,9 milioni, con un aumento del 10,5% rispetto allo scorso anno.

Nel conto economico, l’aumento dei volumi intermediati ha permesso di contenere gli effetti indotti sul «margine della gestione denaro» dalla flessione dei tassi di mercato. Il margine finanziario si è fissato a 66,5 milioni (contro i precedenti 66,7). L’insieme dei costi operativi ha raggiunto, a fine marzo 2004, i 53,1 milioni di euro, con una crescita (più 0,7%) inferiore al tasso di inflazione.

A testimonianza del continuo progresso del grado di efficienza operativa della banca, il cost-income (rapporto costi-entrate) è migliorato passando dal 54,1% al 42,9%. Il conto economico sconta poi la contabilizzazione di 2,2 milioni di euro di ammortamento dell’avviamento pagato sull’acquisizione del ramo di azienda dalla Banca Popolare di Novara Spa, mentre le rettifiche nette di valore su crediti e gli accantonamenti ai fondi rischi su crediti si sono attestati a 10 milioni di euro (meno 9,1%).

(03/05/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags