C’è l’accordo: nientesciopero dei Tir

C’è l’accordo: nientesciopero dei Tir

Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli ha firmato l’accordo con le organizzazioni sindacali degli autotrasportatori. È stato così sospeso lo sciopero proclamato dal 30 giugno al 4 luglio. «Si è trattato di un accordo difficile - commenta Matteoli - ma alla fine riteniamo sia stato raggiunto un risultato soddisfacente per la categoria che vive un momento di grave difficoltà dovuto soprattutto all’incontrollato aumento del greggio ed è stato così scongiurato il blocco che avrebbe potuto paralizzare il Paese, influendo negativamente sulla sua economia e sulla vita dei cittadini. Il Governo ha fatto la sua parte, adesso auspichiamo che in sede europea si possa trovare un accordo per rispondere alle legittime aspettative degli autotrasportatori». Soddisfatta la ColdirettiCon l’accordo tra autotrasportatori e governo per evitare il blocco dei trasporti «si scongiurano effetti disastrosi per l’agroalimentare Made in Italy, in piena stagione di produzione per verdure e frutta». Lo afferma la Coldiretti in una nota, valutando positivamente la sospensione del blocco nazionale dei tir. «In questo periodo - sottolinea l’organizzazione - si concentra la più ampia varietà e quantità di produzioni ortofrutticole, che per effetto dello sciopero non avrebbero raggiunto il mercato finale e sarebbero state costrette a marcire nei campi, con gravissimi danni economici per decine di migliaia di imprese agricole».«Ma gli effetti - conclude la Coldiretti - si sarebbero fatti sentire pesantemente anche sui consumatori, con un forte aumento dei prezzi dei pochi prodotti venduti sui mercati, che avrebbe provocato un calo nei consumi proprio nel momento in cui è necessario integrare la dieta con frutta e verdura per l’aumento delle temperature».(26/06/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA