Martedì 25 Novembre 2008

Edilizia in crisi, l’Ance chiede opere pubbliche e aiuti fiscali

Il settore edile è in sofferenza e per la prima volta la crisi investe contemporaneamente il settore residenziale, quello pubblico e quello industriale. Lo ha detto il presidente dell’Ance bergamasca, Paolo Ferretti, presentando il convegno di venerdì 28 novembre alla Borsa Merci. Per l’Ance occorrono, subito, opere pubbliche da cantierizzare e provvedimenti di defiscalizzazione.Il convegno di venerdì prossimo (inizio alle 14.15) sarà dedicato a fare il punto sulla situazione del settore edile nella Bergamasca e in particolare verrà presentata una ricerca commissionata un anno fa dall’Ance all’Università di Bergamo che comprende una lettura «storica, economica e aziendale» del settore edile a Bergamo. Tra i punti di forza evidenziati dalla ricerca, la dimensione familiare delle aziende bergamasche, Caratteristica che aiuta soprattutto nei tempi di crisi. caratteristica, anche se, talvolta, può rappresentare un elemento di debolezza, come ad esempio nei passaggi generazionali o a proposito di alcuni atteggiamenti di chiusura. Un altro problema sollevato dalla ricerca dell’università riguarda la bassa redditività del settore edilizio per il quale servirebbe un migliore governo delle risorse.(25/11/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata