Filtro antiparticolato per i diesel Contributo prorogato a dicembre

Filtro antiparticolato per i diesel
Contributo prorogato a dicembre

Ci sarà tempo fino a dicembre per beneficiare dei contributi erogati da Regione Lombardia per l’acquisto-installazione di dispositivi antiparticolato (Fap) su veicoli diesel

È stato infatti prorogato fino al 30 dicembre 2015 il bando inizialmente in scadenza a fine giugno, per beneficiare dei contributi erogati da Regione Lombardia alle imprese lombarde. Lo rende noto una nota dell’assessorato all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile.

GLI INVESTIMENTI
«Abbiamo investito 10 milioni di euro per l’iniziativa ’Zero Bollo’ che consente di non pagare la tassa per tre anni, se rottami un veicolo inquinante per passare a uno più ecologico - spiega l’assessore lombardo all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi-. Ora investiamo altri 10 milioni di euro per installazione dei Fap (filtri antiparticolato) per i veicoli commerciali. A questo, si aggiunge l’allargamento della zona critica, come deciso durante il Tavolo aria, anche se siamo consapevoli che il problema dell’inquinamento atmosferico non ha confini. Per questo - conclude l’assessore - e’ stato attivato il cosiddetto ’Bacino Padano’, con cui abbiamo chiesto all’Europa il riconoscimento della specificita’, non solo morfologica, di questa area, non come alibi, ma come spinta a realizzare quei programmi coordinati e integrati con i soggetti territoriali coinvolti, che sono alla base del Pria».

IL BANDO
La delibera di Giunta regionale n. 2579 del 31 ottobre 2014 è stata attuata attraverso specifico bando, approvato con decreto n. 408 del 26 gennaio 2015, operativo dal 29 gennaio 2015, ore 10, fino al 30 giugno 2015, ore 16.30. Il bando è telematico e l’accesso e’ consentito attraverso il sistema GEFO sul sito regionale gefo.servizirl.it.

LE RISORSE E I DESTINATARI
Le risorse ammontano a 10 milioni di euro, che derivano dall’Accordo di programma con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare per il miglioramento della qualita’ dell’aria. La misura e’ rivolta alle imprese con sede legale od operativa in Regione Lombardia.

AZIONI
Si tratta di una misura rientrante tra gli interventi che consentono l’adattamento di veicoli per il trasporto di merci o di persone gia’ circolanti, con la finalita’ di ridurre le emissioni di particolato in atmosfera. Vengono ammessi al contributo i costi sostenuti per l’acquisto con relativa installazione di dispositivi antiparticolato in grado di portare il veicolo nella classe emissiva Euro 5. Possono accedere alla misura gli autoveicoli diesel di categoria N1, N2 e N3, M2 e M3, non adibiti al Trasporto pubblico locale, di classi emissive ’Euro2’ ed ’Euro3’ diesel.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO EROGATO
Il contributo, che costituisce rimborso di una parte della spesa sostenuta per l’acquisto e l’installazione del dispositivo, e’ differenziato sulla base della tipologia di veicolo sul quale viene installato il dispositivo. Il contributo viene erogato ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno. Esso e’ pari a: - euro 1.000 a dispositivo, per autoveicoli di categoria N1; - euro 1.500 a dispositivo, per autoveicoli di categoria N2 ed M2; - euro 2.000 a dispositivo, per autoveicoli di categoria N3 ed M3. Ogni contributo erogato non puo’ superare il 40 per cento dei costi ammissibili sostenuti. Per ulteriori dettagli si rimanda alla sezione Bandi del sito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA