Martedì 06 Settembre 2005

Grandine sui vigneti del Moscato Rovinato il 20% delle uve

A poco più di un anno dalla tempesta che mise in ginocchio diversi produttori vitivinicoli e agricoli, il maltempo che si è abbattuto sulla Bergamasca nelle serate di sabato e domenica ha avuto gravi conseguenze su diverse località. Interessati in particolare i vigneti della zona di Scanzorosciate, dove si produce il pregiato vino Moscato Passito Doc: è stata rovinata una stagione che si preannunciava eccezionale. Rilevato danni anche a Grumello del Monte e Castelli Calepio, nella zona di produzione del Valcalepio Doc. A Canonica d’Adda la grandine, associata a vento molto forte, ha completamente raso al suolo le foraggere nei campi e ha provocato ingenti danni a stalle e abitazioni, con tetti divelti e finestre rotte. Nella zona di Scanzorosciate il danno rilevato sulle uve è di circa il 20%. Sono rimaste colpite vaste aree di vigneti con i grappoli quasi pronti per la vendemmia. In alcuni casi mancavano due-tre giorni, il tempo di lasciar assumere all’uva un contenuto zuccherino aggiuntivo dal sole. Purtroppo le possibilità di indennizzo previste dalla normativa regionale e nazionale sono limitate unicamente alle colture non assicurabili e in presenza di alte soglie di danno accertato.

(06/09/2005)

l.moretti

© riproduzione riservata

Tags