Sabato 10 Aprile 2004

Il Cotonificio Albini produrrà in Puglia stoffe pregiate in un nuovo stabilimento

Dopo Pasqua i I telai della Tessitura di Mottola Spa, in Puglia, cominceranno a produrre pregiate stoffe per il Cotonificio Albini S.p.A.

I telai della Tessitura di Mottola Spa, in Puglia, cominceranno a produrre pregiate stoffe per il Cotonificio Albini S.p.A. dopo Pasqua. Da martedì 13 aprile, infatti, il nuovo stabilimento costruito nella provincia di Taranto con un investimento di quindici milioni di euro diventerà la sesta realtà italiana controllata dal gruppo di Albino, che nel frattempo ha anche acquisito la sua prima società all’estero, la Dietfurt di Dvur Kravolic nella Repubblica Ceca. Intanto il gruppo ha chiuso il bilancio del 2003 con un fatturato consolidato intorni ai 143 milioni di euro, realizzato per oltre due terzi sui mercati esteri, Cina compresa.

Il direttore tecnico del Gruppo Andrea Albini non nasconde la soddisfazione, dopo anni di lavoro: «Siamo orgogliosi di far partire questa nuova realtà, sorta come scelta strategica in tempi non facili per il tessile». L’idea di investire nel Sud - ahhiunhe Albini - era nata qualche anno fa visitando le aziende della Franzoni Filati (Trani) e del gruppo Miroglio (Ginosa): siamo stati favorevolmente impressionati dalla elevata professionalità del personale impiegato. Ma c’è una ragione di fondo che ci ha portati ad attuare questo investimento: crediamo nel tessile, e soprattutto nel tessile «made in Italy» caratterizzato da un prodotto estremamente innovativo, da un elevato livello di servizio e da una qualità che a volte rasenta l’ossessione.

(10/04/2004)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags