Mercoledì 01 Ottobre 2003

Il marchio Trussardi sfila alla Bocconi di Milano

Sfila stasera al velodromo dell’ Università Bocconi il marchio Trussardi, sfoderando per l’ occasione una nuova femminilità, fresca e sciolta. A presentarla è la giovane Beatrice Trussardi, superimpegnata in questa reinvenzione sofisticata dei temi cari alla maison.

Innanzitutto la pelle: la ricerca Trussardi non si ferma, e stavolta il camoscio è reso impalpabile come la seta, trasparente come il tulle.

Seguono i colori: mastice e cannella, con tocchi di glicine, albicocca e geranio. Il leit motiv è la levità preziosa: lo chemisier di seta cruda ha un sottile decoro in striscioline di camoscio, la gonna a pieghe alterna la garza alla morbidissima biscia di mare, la camicina di tulle ha fiori ricamati in paillettes di pelle. La tunichetta a caftano è in camoscio che sembra tulle e ha un ricamo a nido d’ ape, lo stesso dell’ abito rosa geranio che invece è davvero in tulle ed è molto femminile. Bluse lievi e sciolte portate con jeans di camoscio affusolati, vestitini color cannella freschi e lineari ma decorati con tessere di pelle.

Dappertutto le nuove borse: c’ è il bauletto ovalino con il logo del levriero inciso a cammeo sulla conchiglia, e la borsa circolare con un intreccio a effetto paglia, c’ è la borsetta «Row» che si ispira ai rinforzi dei pantaloni da cavallerizza, piccola ma con molta personalità.

E le scarpe: soprattutto la novità del sandalo in coccodrillo a tacco alto e della ballerina piatta a dita scoperte, entrambi perfetti per gli abiti leggeri ma anche per i soprabiti e i giubbini, un must della casa.

(01/10/03)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags