In forma dopo le vacanze?  Bergamo, il benessere impazza

In forma dopo le vacanze?
Bergamo, il benessere impazza

In forma dopo le vacanze? In Lombardia c’è un’impresa del benessere su sei d’Italia, con sempre più centri estetici e palestre. Se Milano è prima per numero di attività, seguono Brescia e Bergamo, con un incremento dei titolari stranieri.

La ricerca emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro delle imprese al III trimestre 2014 e 2015 relativi alle sole sedi di impresa. Dopo le feste si torna quindi alla dieta e la cura del corpo diventa un obiettivo del 2016.

Il settore del benessere in Lombardia conta 24.715 imprese, + 0,4% in un anno. In aumento manicure e pedicure (+16%), palestre (+5%) e gli istituti di bellezza (+2,4%), in calo i centri benessere (-4%). Aumentano del 10% i titolari stranieri.

La Lombardia rappresenta un sesto delle attività italiane del settore (17%), il 22% dei servizi di manicure e pedicure e quasi un centro benessere su tre (29%).

Milano, Brescia e Bergamo sono le province con il maggior numero di imprese, rispettivamente 7.634, 3.257 e 2.831. Imprese in aumento a Milano, + 1,1%, e Brescia (+0,8%). Un settore da 49 mila addetti in Lombardia di cui 17 mila a Milano, 6 mila a Brescia, 5 mila a Bergamo, 4 mila a Varese e Monza, 3 mila a Como. In Italia sono 259 mila gli addetti.

In Italia la crescita del settore benessere dal 2014 al 2015 è del +0,5% per un totale di 145.214 imprese. Nel dettaglio si tratta di 32.184 istituti di bellezza, di cui 5.794 in Lombardia e 1.667 a Milano, 3.926 palestre (798 in Lombardia e 272 a Milano), 3.101 centri per il benessere fisico (910 e 442), 102 mila parrucchieri (16.597 e 5.026), 1.418 pedicure e manicure (315, 167). Leader del settore è Roma con 9.625 attività, il 7% del totale nazionale seguita da Milano con 7.634 (5,3%) e Torino con 5.952 (4%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA