La startup che aiuta i malati di Alzheimer Azienda bergamasca vola a Las Vegas

La startup che aiuta i malati di Alzheimer
Azienda bergamasca vola a Las Vegas

Destinazione Las Vegas e non è una scommessa per Avanix, la start up made in Bergamo con sede a San Paolo d’Argon.

L’azienda che progetta e sviluppa soluzioni elettroniche nell’ambito della salute è stata selezionata per far parte della delegazione italiana che parteciperà al «Ces» (Consumer electronics show), la più grande fiera mondiale di tecnologia di consumo in programma dal 9 al 12 Gennaio nella città del gioco nel deserto del Nevada. Nata nel 2014 grazie all’intuizione dei due soci fondatori, Maurizio Brignoli di Scanzorosciate e Giuseppe Talleri di Bolgare, a cui nel 2015 si è aggiunto Michele Maltese incontrato allo Smau di Milano. Avanix esporrà a Las Vegas «OiX Care», un sistema studiato per migliorare la gestione di pazienti affetti da Alzheimer da parte di familiari, badanti, medici o infermieri grazie all’utilizzo di sensori indossabili dal malato e connessi in rete. La fase di prototipizzazione è ormai terminata e a giorni inizieranno i test sul campo. Alcuni dispositivi saranno messi a disposizione degli operatori del Centro Alzheimer di Gazzaniga e della cooperativa «Bergamo sanità».

Avanix a Las Vegas presenterà anche il «PaciBreath», ciuccio dotato di un piccolo circuito elettronico che attraverso una connessione Bluetooth invia allo smartphone della mamma informazioni sul respiro, la temperatura e la posizione del bambino.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 30 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA