Venerdì 30 Novembre 2007

L’Artigiano in fiera con 52 bergamaschi

Duemilaseicentodiciotto espositori da 104 paesi (il 27% dei quali extraeuropei) per una superficie espositiva di 115.000 metri quadri. Con 3 milioni di visitatori attesi, grazie anche all’ingresso gratuito (orari 10-23 il sabato e festivi e 15-23 nei giorni feriali) l’«Artigiano in Fiera», giunto alla 12ª edizione, si preannuncia - dicono gli oranizzatori - come «l’evento più importante del settore a livello internazionale». Come l’anno scorso, l’artigianato di tutto il mondo presenterà i suoi prodotti da domani al 9 dicembre nei padiglioni di Fieramilanocity, al Portello suddivisi per provenienza geografica e territoriale - Lombardia, Italia, Europa e Paesi del Mondo - e con aree dedicate alle diverse regioni. Sei le merceologie in esposizione; abbigliamento, accessori e pelletteria, arredamento e complementi d’arredo, oggettistica e articoli da regalo, oreficeria e gioielleria, prodotti eno-gastronomici, servizi per la persona, la casa e le imprese. In più 40 «ristoranti tipici», con le specialità provenienti da diversi paesi (nove dei quali tutti dedicati alla Lombardia, incluso il ristorante bergamasco allestito dalla Cooperativa di Città Alta, nota come «Il Circolino»).

Nel 2006 una presenza boom
La mostra mercato è organizzata da Ge.Fi - Gestione Fiere- in collaborazione con Regione Lombardia, le associazioni di categoria e il patrocinio di Comune e Provincia di Milano. La presenza bergamasca, coordinata dalla Ciesse Servizi Srl di Bergamo, è assicurata da 52 espositori (lo stesso numero del 2005 dopo il boom, con 77 presenze, dell’anno scorso). Ne fanno parte artisti-artigiani come Giuliano Ottaviani, Antonino Rando, Giò Locatelli che allestiranno un’area di grande impatto, una consistente rappresentanza di produttori del tessile-abbigliamento e del comparto dell’arredo casa, ma anche settori tecnologicamente avanzati. Insomma una proposta eterogenea per merceologia, ma anche rappresentativa dell’artigianato bergamasco dal punto di vista geografico, con aziende che provengono da poco meno di una quarantina di comuni diversi.

Esposizione e dimostrazioni dal vivo
Tra gli stand della fiera, non solo bergamaschi, sono previsti ben 53 laboratori dal vivo, opportunità per mostrare ai visitatori mestieri e capacità artistiche che hanno reso grande l’artigianato.

(30/11/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags