Giovedì 08 Giugno 2006

MiWine, produttori bergamaschi al salone del vino di Milano

Torna il MiWine, il salone dei vini e dei distillati che esordì due anni fa alla vecchia Fiera di Milano. La sua cadenza è infatti biennale, come l’Expo di Bordeaux, e lunedì prossimo 12 giugno aprirà i battenti alla nuova Fiera di Milano di Rho-Pero per chiuderli mercoledì 14.
Dopo due anni, sembrano superate le polemiche sulla presunta contrapposizione tra la nuova manifestazione milanese e il tradizionale e consolidato appuntamento veronese del Vinitaly, una delle maggiori rassegne mondiali del settore. due appuntamenti sembrano infatti poter convivere tra loro. Il MiWine, organizzato dalla società Sifa, interamente controllata dalla Fiera di Milano, è destinato in particolare agli operatori del settore. L’obiettivo è di coinvolgere i produttori vitivinicoli e di tutti i soggetti che partecipano alla filiera della distribuzione e della comunicazione del buon bere, come distributori, ristoratori, gestori di bar ed enoteche, «buyer», opinion leader e stampa.
La spedizione dei produttori bergamaschi è capeggiata dal Consorzio Tutela Valcalepio che porterà nel proprio stand le bottiglie di un nutrito gruppo di aziende associate: la Cantina Sociale Bergamasca, la Cantina Sociale Val San Martino, Tallarini, Medolago Albani, 4R-Villa Domizia, Il Calepino, Le Corne, Pedrinis, La Tordela, Cerri, la Rocchetta, il Cipresso, Podere Cavaga, Locatelli Caffi. Dunque, un unico banco d’assaggio sotto l’egida del Consorzio di Tutela per far conoscere e far assaggiare, in particolare agli operatori del settore stranieri, il vino bergamasco.
Oltre al gruppo di produttori di Valcalepio che partecipano sotto l’egida del Consorzio di Tutela, ci sono altre aziende bergamasche presenti al MiWine in forma autonoma. Sono la Caminella, Tenuta Castello e la Cantina dei Feudi.(08/06/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags