Nel paese simbolo della Lega prodotti 200 mila letti per i rifugiati
Enrico Remondini nella fabbrica

Nel paese simbolo della Lega
prodotti 200 mila letti per i rifugiati

A Pontida l’azienda Legarflex srl sta lavorando a pieno ritmo per produrre letti in ferro a castello sui quali riposeranno i migranti che arrivano in Europa dalle aree di guerra africane ed asiatiche.

Che la produzione nasca proprio a Pontida, a poche centinaia di metri dal simbolico «pratone» dei grandi raduni leghisti e che sia destinata soprattutto ai rifugiati e migranti, crea sicuramente una certa suggestione.

Una commessa poderosa quella commissionata a questa azienda nata nel 1963: ha infatti avviato la produzione di più di 200 mila posti letto nei prossimi due anni per un valore di circa 3 milioni di euro. Da tempo l’azienda ha cominciato un percorso di internazionalizzazione molto spinto: le attuali commesse sono arrivate da Germania, Svizzera e Olanda, ma ci sono state forniture importanti anche per altri Paesi europei e quelli arabi, che apprezzano il modo di produrre letti e materassi con tecniche e materiali sempre all’avanguardia e innovativi. Anche in passato Legarflex ha realizzato grandi quantità di letti a castello in occasione di altre grandi emergenze: alluvioni e terremoti.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 5 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA