Lunedì 20 Gennaio 2003

Punta a Est il turismo made in Bg

Il turismo a Bergamo sta cercando di esplorare nuovi mercati, con una particolare preferenza per quelli dell’Est, in grado di garantire, da qui a qualche anno, grandi potenzialità. Questa una delle novià emerse nella conferenza stampa di oggi, presente il presidente della Provincia Valerio Bettoni e Silvio Galli, direttore dell’agenzia per lo sviluppo e la promozione turistica della provincia di Bergamo.
Bettoni ha fatto il punto del primo anno di attività dell’agenzia, spiegando le strategie che l’hanno portata ad aprirsi soprattutto nel mercato dell’est europa e della Russia. Nel 2002 Bergamo ha partecipato a oltre 20 appuntamenti turtistici internazionali eavviato un’importante serie di iniziative promozionali. Per quest’inverno si prevede di raggiungere in val Seriana e Brembana le 50 mila presenze: 25% italiane e 75% straniere. E stata poi sottolineata l’importanza del volo Orio-Mosca.
La novità importante è che entro primavera aprirà all’areoporto di Orio un ufficio di promozione dell’immagine di Bergamo, destinato soprattutto ai turisti singoli che sbarcano con i voli low cost.Inoltre entro il 2005 saranno realizzati a Bergamo due importanti convegni medici, con un indotto turistico stimato in 6 milioni di euro.L’agenzia per il turismo ha aperto sedi a Mosca e Praga, puntando per il futuro anche a una presenza a San Pietroburgo e Brno.
Infine i voli con Roma che partiranno in primavera, consentiranno l’utilizzo di un ufficio nella capitale per azioni promozionali sul bacino del Lazio.

(20/1/03)
Su L’Eco di Bergamo del 21 gennaio 2003

m.ferrari

© riproduzione riservata

Tags