Silvio Albini, intervista a Canale 5 «Sostenibilità e ambiente» - il video
Silvio Albini intervistato da Mediaset

Silvio Albini, intervista a Canale 5
«Sostenibilità e ambiente» - il video

«Un imprenditore illuminato che ci ha colpito per il suo impegno e la sua lungimiranza. Questo servizio è un omaggio alla sua memoria». La giornalista Cristina Gabetti introduce così, intorno alle 21,15 di ieri, l’intervista a Silvio Albini realizzata per «Occhio al futuro», rubrica di Striscia la Notizia che raccoglie le eccellenze sul territorio nazionale in ambito di sostenibilità e ambiente.

La troupe di Canale Cinque lo scorso venerdì 19 gennaio era stata infatti ad Albino, pochi giorni prima del malore che ha causato la morte improvvisa di Silvio Albini, imprenditore tessile e presidente dell’omonimo gruppo. Cristina Gabetti con l’autore e regista della trasmissione Massimo Tomagnini, insieme a una troupe di Mediaset, hanno visitato l’azienda e, in particolare, il laboratorio filati, la tintoria, la tessitura, oltre all’ufficio stile. Protagonista della chiacchierata proprio Silvio Albini che negli ultimi anni ha rivolto la sua attenzione alla sostenibilità: «Non dobbiamo dimenticare che l’industria tessile è la seconda più inquinante nel mondo, dopo quella del carbone e del petrolio – ha detto l’imprenditore durante il servizio -. Per questo motivo il nostro impegno deve riguardare ogni step del processo di realizzazione del prodotto tessile, con trasparenza». E il riferimento è all’impiego di «ridotti quantitativi d’acqua, il limitato utilizzo di prodotti chimici che fanno male all’ambiente, la massima attenzione al risparmio energetico - ha detto nell’intervista a Mediaset -. Con le pratiche messe in atto il Gruppo Albini ha risparmiato ogni anno 8 milioni kilowattora, l’energia elettrica consumata annualmente da 2.700 famiglie e sono risparmiati 46.000 metri cubi di acqua, quella contenuta in 10 piscine olimpioniche».

Mediaset ha scoperto il Gruppo Albini raccogliendo notizie dal Web e in particolare dal sito albinigroup.com che dedica una sezione proprio alla sostenibilità. La morte improvvisa di Silvio Albini ha lasciato sconcertato anche lo staff di Canale 5 che stava preparando il servizio: «Ci hanno comunicato giovedì che avrebbero trasmesso subito questo sabato l’intervista, per rendere omaggio al nostro presidente» spiegano dall’azienda e ricordano il giorno dell’intervista: «Venerdì era stata una giornata molto impegnata, con riunioni importanti per le ultime definizioni sulle collezioni che porteremo a breve Milano Unica e a Parigi. Silvio Albini si era diviso tra i briefing con stilisti e commerciali dell’azienda e lo staff di Canale Cinque: era molto soddisfatto del lavoro fatto e di come era stato trattato il tema della sostenibilità dai referenti di Mediaset».

«Questo lavoro ci sta premiando, con l’interesse dei nostri clienti e una maggiore penetrazione sul mercato – ha detto ancora durante l’intervista -. E poi c’è la spinta dei consumatori finali diventati più sensibili e attenti alla sostenibilità”. Lo diceva sempre: “Non si tratta solo di cotone organico, ma di come si lavora per arrivare a quel cotone, nel rispetto delle persone e del territorio». Lo aveva ripetuto anche nell’ultima chiacchierata a L’Eco di Bergamo: «La sostenibilità non è un punto di arrivo, ma un processo di miglioramento continuo e deve essere fatto senza slogan, ma fattivamente». Espressione, ancora una volta, dell’imprenditore concreto e determinato.


Fabiana Tinaglia Giornalista de L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA