Sono 293 le gelaterie nella Bergamasca Vince il cono: cioccolato o nocciola

Sono 293 le gelaterie nella Bergamasca
Vince il cono: cioccolato o nocciola

Lombardia, e dunque anche bergamaschi, appassionati di gelato: la metà lo mangia sempre, anche in inverno, di solito un chilo al mese durante l’anno. Un gelato di crescente qualità e diffusione per il 54%. Il cono da gelateria va per la maggiore, per uno su due, uno su dieci punta sulla vaschetta in gelateria.

Si gusta pomeriggio (61%) e sera (21%), quando si ha voglia di qualcosa di goloso (47%). A uno su due in estate capita di pranzare con il gelato. Uno su quattro anche col cattivo tempo, è ininfluente. Cinque minuti il tempo medio per degustarlo, tra un quinto di lenti, che impiegano il doppio e un decimo di rapidi a cui bastano 2-3 minuti.

È buonissimo e rinfrescante per due su tre ed è determinante per portare il buonumore. Vince il classico, coi gusti cioccolato per uno su due e nocciola per poco meno, poi crema, fiordilatte e stracciatella. Tra i più strani provati la cannella e le spezie per uno su cinque, ma anche rosa e fiori o tiramisù o verdure, ognuno per uno su dieci circa. Ma c’è anche a chi è capitato il formaggio o la pizza. Hanno trovato i gusti più particolari anche fuori dall’Italia, dagli Stati Uniti ai Paesi asiatici. Emerge da un’indagine della Camera di commercio di Milano su oltre mille persone ad aprile 2015.

Gelato, che passione

Gelato, che passione

Tremila imprese di gelato in Lombardia su 21mila in Italia. Crescono del +1,7% in un anno, più che in Italia (+1%). A Milano la crescita è del +6%. Il gelato in Lombardia è artigianale per tre imprese su quattro del settore, più che in Italia. Picchi a Sondrio, Mantova e Varese, oltre l’80%. Alta la presenza di donne nel settore, quasi una impresa su tre è femminile. Un titolare su sette è giovane. Prime per diffusione di gelaterie: Milano con 817, Brescia con 401, Bergamo con 293, Varese con 278, Monza con 209. Sono oltre 9mila gli addetti nelle gelaterie lombarde, di cui circa 2.300 a Milano. Il settore vale in Italia 626 milioni di fatturato, di cui circa 40 in Lombardia e 30 a Milano.

Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese e Istat. Export di gelato italiano, +8% in un anno. Passa da 207 a 223 milioni. Va in Europa la maggior parte di gelato italiano, circa 211 milioni (+12%). Crescono intorno al 30% i mercato dei Paesi arabi, tra Medio Oriente e Paesi Mediterranei.

E le nuove idee e opportunità tecnologiche offerte ai gelatieri saranno protagoniste di Host 2015 il Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale in programma a Fiera Milano dal 23 al 27 ottobre 2015, fucina delle tendenze per il futuro del settore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA