Martedì 10 Febbraio 2004

Tre aspiranti affittuari per Gandalf Slitta al 19 febbraio la scadenza

Ci sarebbe anche la compagnia aerea italiana «Air One» tra le pretendenti al ramo d’azienda di Gandalf legato all’attività di trasporto aereo passeggeri. Ieri pomeriggio, al Tribunale di Parma, in occasione dell’udienza della procedura fallimentare in corso per la compagnia aerea, sarebbero state portate all’attenzione degli organismi della procedura alcune nuove ipotesi d’interessamento. A quello già noto della britannica Natan Pasmo Air Ltd., per Gandalf si sarebbero fatti avanti la compagnia aera italiana e un fondo di diritto anglo-ispanico. Interessamenti che sarebbero giunti sul tavolo del giudice fallimentare quasi «di sorpresa», tanto che lo stesso giudice delegato Roberto Piscopo, ha accordato un’ulteriore proroga per la decisione, fissando la prossima udienza al 19 febbraio. Entro quella data, infatti, le aziende interessate all’attività Gandalf dovrebbero ufficializzare concretamente termini e modi delle loro proposte d’affitto.

Ore febbrili di incontri, quindi, le prossime, tra i vertici della compagnia aera con base ad Orio al Serio e i potenziali interessati. Sul tavolo la possibilità di «salvare» l’attività operativa di Gandalf.

Sulla situazione si registra la preoccupazione dei lavoratori (oggi in forza sono rimasti in circa 130) i quali, nel contempo - secondo fonti aziendali - stanno comunque danno dimostrando un forte attaccamento alla realtà imprenditoriale orobica. Attualmente, lo ricordiamo, operativo per Gandalf resta unicamente il volo Orio al Serio-Parigi.

Per quanto riguarda l’ipotesi Air One - stando a quanto attribuito a fonti giudiziarie - la compagnia aerea potrebbe in particolare essere interessata agli slot di Milano Linate e Orio al Serio.

(11/2/2004)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags