Venerdì 13 Novembre 2009

«Ol Formager» si dà
alla gastronomia

«Il 14 luglio 1958 iniziavo a lavorare come garzone nel negozio di Ernesto Marchesi in via Zambonate a Bergamo, sognando nel futuro di avviare una mia attività gastronomica». Mezzo secolo dopo ecco che il sogno di Giulio Signorelli si avvera. Domenica 15 novembre dalle ore 15, infatti, Signorelli ha inaugurato una nuova attività: tre grandi vetrine che vanno ad affiancarsi al suo storico negozio «Ol Formager» in via San Tomaso 100/B.

Un lungo bancone espositivo, un arredamento modernissimo, una zona degustazione, un tocco di multimedialità con uno schermo sul quale scorrono documentari e immagini  riguardanti la produzione dei formaggi e di altri alimentari, persino un angolo-biblioteca.

Ma ciò che più conta sono certamente i prodotti che Signorelli - su e giù per l'Italia - riesce a scovare e selezionare per la sua clientela più esigente. In bella mostra sul bancone e nele vetrine vi sono non più solo formaggi, ma anche tanti altri prodotti di nicchia. Una gastronomia dunque dove spicca l'eccellenza per palati fini: salumi, proscriutti, salse e mille altre bontà.

Giulio Signorelli per tutti rimane l'ambasciatore dei formaggi made in Bergamo. E' molto geloso del suo lavoro, del suo magazzino. La vendita al cliente è «solo» l'atto finale, ma prima arriva la selezione del prodotto e in molti casi Signorelli segue la stagionatura che deve arrivare al punto ottimale. Non solo «formaggiaio», dunque, ma grande affinatore di formaggi. La sua professionalità, che non mancherà di spiccare ora nel negozio di gastronomia, è cosa risaputa, tanto dai clienti quanto dagli «addetti ai lavori». Il suo palmares è ricco di riconoscimenti. Nel 2006 ha ottenuto il premio «Cacio&passione» ricevuto dall'Onaf, l'Organizzazione di assaggiatori di formaggi. Il suo negozio è da anni premiato e ampiamente segnalato come locale del buon gusto e del buon formaggio da Slow Food. Lo scorso anno ha ricevuto dal Rotary Club Bergamo Ovest un premio alla sua professionalità che dura ormai da oltre cinquant'anni. A lui si deve anche la fortuna di alcuni formaggio bergamaschi e primo fra tutti lo Strachitunt, che ha fatto conoscere alle più prestigiose fiere del settore.

Nel suo negozio vi è oltre un centinaio di specialità che arrivano da tutta Italia, dal pecorino di Sciacca alla Raschera di Mondovì, alla bufala di Paestum per fare solo alcuni esempi. Fra i suoi clienti Signorelli annovera famosi chef come gualtiero Marchesi e Gianfranco Vissani. Spesso in giro per la provincia tiene corsi e degustazioni, che sicuramente replicherà ora nella sede di via San Tomaso.

E per sapere di più basta consultare il suo sito www.olformager.it che permette già di farsi una cultura in fatto di formaggi e di conoscere una storia di oltre dieci lustri, ricca di soddisfazioni e sapori.

e.roncalli

© riproduzione riservata