Lunedì 29 Ottobre 2012

«Obesity Night» a Lallio
Un serata e una cena a tema

Martedì 30 ottobre alle 19.45 nella sede SAPS/Pentole Agnelli a Lallio, Slow Food Valli Orobiche organizza, in collaborazione con Clinica Castelli, l'«Obesity Night», una serata teorico-pratica sul rapporto corretto tra alimenti, gusto e salute con una cena finale a base di piatti light preparati sul momento dallo chef.

Roberto Sacco, direttore scientifico e responsabile del Dipartimento di Area Chirurgica di Clinica Castelli, ideatore della serata, introduce la prima parte presentando le relazioni di Giorgio Severgnini, endocrinologo dell'Azienda ospedaliera Bolognini di Seriate, e di Carla Favaro, nutrizionista dell'Università degli Studi di Milano - Bicocca. A seguire, il momento dello chef Chicco Coria protagonista, per l'occasione, di un vero e proprio cooking show tra i fornelli.

Con la complicità di ottime materie prime ed il supporto della nutrizionista, lo chef dimostrerà come sia possibile realizzare in poco tempo un menù di qualità ed equilibrio ricco di piatti gustosi e, contemporaneamente, rispettosi del giusto apporto calorico-nutrizionale. «Abbiamo scelto di collaborare alla realizzazione dell'iniziativa – spiega il Roberto Sacco – nella consapevolezza che la cura e la prevenzione di una patologia sempre più diffusa come l'obesità (nel 2015 si prevedono circa 2,3 bilioni di adulti in sovrappeso e circa 700 milioni di obesi) siano possibili anche attraverso una diffusione capillare della cultura del buon cibo. La scelta di alimenti di qualità, la loro corretta combinazione e cottura, il modo stesso di consumarli, sono la premessa fondamentale per una sana alimentazione ed un corretto stile di vita che, in Clinica Castelli, promuoviamo costantemente nel contatto con i pazienti obesi, ma che tutti dovrebbero fare propri prima che si realizzi la condizione patologica. Non dimentichiamo, infatti, che il sovrappeso e l'obesità hanno oramai una diffusione pressoché endemica tra gli adulti e sono in notevole incremento nella popolazione giovanile ed infantile».

«L'Obesity Night – afferma Silvio Magni, di Slow Food Valli Orobiche – è espressione concreta di quello in cui crediamo, cioè che la cucina di qualità faccia bene all'uomo ed al pianeta. Questa è un'occasione per ribadire i principi di stagionalità e le materie prime date dal localismo in agricoltura: conoscere il proprio cibo vuol dire amare se stessi, salvaguardare la propria salute e godere del piacere della buona tavola».

La manifestazione è aperta al pubblico: per prenotazioni www.slowfoodvalliorobiche.it.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata