Sabato 12 Ottobre 2013

Sbrisolona-tiramisù
È la torta di Romano

Una torta un po' sbrisolona e un po' tiramisù, che rispecchia in pieno i gusti delle creatrici Francesca Rosati e Stefania Bianchini, è diventata da domenica scorsa il dolce tipico di Romano. La torta è caratterizzata visivamente dal disegno del profilo della Rocca viscontea, così come appare nello stemma ufficiale.

La «Torta di Romano» è arrivata a conclusione di un percorso che ha visto la partecipazione di 85 concorrenti della città, che hanno preparato altrettanti dolci sulla base di un capitolato previsto nel bando del concorso voluto dall'assessore all'Ambiente, Eva Pescali. Tra le richieste, l'utilizzo di ingredienti locali e una marcata caratterizzazione gastronomica. Ora la giuria - presieduta da Enrico Cerea e composta da Giovanni Pina e Manuel Biava - ha scelto la vincitrice tra le 16 torte finaliste, che a loro volta avevano già superato una precedente selezione operata da ristoratori e pasticcieri di Romano.

Tra l'altro le torte non ammesse alla finalissima e fatte degustare alla gente hanno permesso di raccogliere fondi per l'acquisto di due carrozzine per gli ospiti della locale casa di riposo. La «Torta di Romano» è stata realizzata a quattro mani da Stefania Bianchini e Francesca Rosati, commercianti in via Tadini nonché amiche e appassionate di cucina e in modo speciale di dolci. Ne sanno qualcosa i residenti e i commercianti vicini al negozio di abbigliamento di Francesca Rosati e all'agenzia di viaggio di Stefania Bianchini, spesso chiamati a degustare i dolci che le due amiche preparano per passione.

La ricetta della «Torta di Romano» per ora è top secret, ma il dolce è passato più volte al vaglio di questi assaggiatori-amici per valutare varianti, modifiche di ingredienti e di sapori. «Eravamo al bar, abbiamo visto che c'era il concorso e abbiamo pensato alla ricetta. Dopo varie prove e assaggi è venuta questa torta. Dobbiamo anche ringraziare il nostro tutor Matteo Facchinetti, ristoratore di Romano, che alla fine ha creduto nella nostra ricetta». Il premio del concorso è stato un buono acquisto da 500 euro offerto dal distretto del commercio Brebemi Shopping.

Ora la ricetta della «Torta di Romano» sarà depositata alla Camera di Commercio e potrà poi essere prodotta da pasticcieri e ristoratori locali per caratterizzare Romano anche sotto il profilo dei dolci.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata