A tavola con Raffaello con 35 euro Cena di qualità e mostra senza code

A tavola con Raffaello con 35 euro
Cena di qualità e mostra senza code

Nuova golosa iniziativa del gruppo trentacinqueuro.it, i ristoranti di qualità a Bergamo e provincia che offrono cene tutto incluso a partire da 35 euro.

Grazie alla collaborazione tra il gruppo e la Gamec, grandi saranno i vantaggi per i clienti 35.it che vorranno visitare la prestigiosa mostra «Raffaello e L’Eco del Mito» dedicata al grande artista del Rinascimento italiano.

Per tutto il periodo della mostra, cenando nei ristoranti aderenti, si riceverà un voucher che permetterà di avere una corsia preferenziale: sarà infatti possibile saltare la coda all’ingresso del museo ed usufruire anche di un piccolo sconto sul biglietto d’ingresso. Tutti i voucher concorreranno inoltre – e qui è la parte golosa dell’iniziativa – all’estrazione finale di 35 cene per due persone nei ristoranti promotori.

«Con questa iniziativa – afferma Beppe Acquaroli del “Baretto” di San Vigilio, animatore del gruppo – vogliamo collaborare alla promozione della prestigiosa mostra dedicata ad uno dei più grandi artisti italiani, che ha lasciato opere di immensa bellezza ed eleganza. Quadri provenienti dalle più importanti gallerie del mondo, come il Louvre e il Metropolitan, sono qui a Bergamo per deliziare la vista e l’anima. Il nostro impegno cercherà di dare a tavola, a turisti e bergamaschi, la stessa delizia per il palato. Alla fine della mostra, a chi avrà fortuna, noi ristoratori 35.it offriremo gratuitamente 70 cene nei nostri locali». La mostra allestita negli spazi della Galleria moderna e contemporanea sarà visitabile fino al 6 maggio.

Il progetto della Fondazione Accademia Carrara offre al pubblico una selezione di opere dell’Urbinate accanto ad opere di maestri eccelsi che a Raffaello si sono ispirati nel corso dei secoli. Dal Perugino a Pintoricchio fino ad artisti dell’800 e del ’900. La mostra è costruita intorno al ritratto di San Sebastiano di proprietà della Carrara,e propone una cavalcata attraverso cinque secoli di arte pittorica. Tutte le info su www.trentacinqueuro.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA