Ingruppo, buona tavola
e beneficenza

Detratte le spese organizzative, ha fruttato ben 16.520 euro la serata di alta enogastronomia organizzata alla Fiera di Bergamo dall’associazione dei 16 ristoranti «Ingruppo» che hanno preparato cibi sopraffini in abbinamento ai vini delle cantine bergamasche riunite sotto il marchio «Sette Terre». La consegna della somma è stata fatta sulle colline di Sotto il Monte, a Fontanella, dove ha sede l’azienda agricola Sant’Egidio che fa capo a Carlo Ravasio, presidente di «Sette Terre».

Ingruppo, buona tavola e beneficenza

La cifra, secondo gli accordi, è stata consegnata al presidente del Rotary Club Bergamo, Franco Gattinoni, il cui club si è impegnato a sostenere il nuovo Centro di Ospitalità Paolo Belli da pochi mesi inaugurato nei pressi del nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII. Il Rotary si è impegnato a versare 30 mila euro l’anno per cinque anni alla Paolo Belli con lo scopo di allestire sei camere attrezzate per ospitare bambini con patologie neonatali che, dimessi dall’ospedale, hanno bisogno di ulteriori cure alle quali le famiglie non possono provvedere. A consegnare la cifra, a nome di Ingruppo (www.ingruppo.bg.it), il consiglio direttivo composto da Petronilla Frosio, Antonio Lecchi e Giuliano Pellegrini. Il presidente Gattinoni ha ringraziato, definendo l’iniziativa una «esperienza molto interessante» che andrebbe ripetuta. A marzo vi hanno partecipato oltre 700 persone, tutte soddisfatte, ma non è impossibile puntare alle mille presenze.

Intanto in tutti i 16 ristoranti Ingruppo, tra i più affermati di città e provincia, continua l’iniziativa della offerta promozionale di un menù completo, bevande incluse, al prezzo di 55 euro a persona (solo al «Da Vittorio» e «Devero» il costo è di 110 a persona). La promozione è valida a pranzo e cena tutti i giorni di apertura e andrà avanti sino al 31 ottobre, giorno di chiusura di Expo 2015. I vini in abbinamento sono delle aziende riunite in «Sette Terre»: Caminella di Cenate Sotto, Casa Virginia di Villa d’Almè, Cascina Lorenzo di Costa Volpino, Eligio Magri di Torre de’ Roveri, Le Corne di Grumello del Monte, Sant’Egidio di Sotto il Monte e Valba di Cenate Sopra.

La serata di festa in Fiera si era potuta realizzare grazie alla collaborazione di Promoberg, Aspan, Caffè del Caravaggio, Acqua Bracca, Ischool, Associazione italiana sommelier, Metro e la musica live della Bb-band. Per rendere omaggio alla «prima mondiale» dedicata a Jacopo Negretti («Palma il Vecchio. Lo sguardo della bellezza», - Gamec Bergamo 13 marzo/21 giugno 2015), Ingruppo propone, nei menù di ciascun ristorante, un piatto a base di baccalà disponibile per tutta la durata della mostra. In questo modo si è pensato di unire Bergamo, terra d’origine di Palma il Vecchio, a Venezia, terra in cui il maestro ha vissuto e lavorato creando la grande pittura del Rinascimento insieme a Tiziano. Il baccalà diventa così elemento di unione tra due città e tra due culture, quella del cibo e quella dell’arte

Ingruppo è formato dai seguenti ristoranti: A’Anteprima (Chiuduno - Bg), Al Vigneto (Grumello del Monte - Bg), Antica Osteria dei Camelì (Ambivere – Bg), Colleoni & dell’Angelo (Bergamo), Collina (Almenno S. Bartolomeo – Bg), Da Vittorio ( Brusaporto – Bg), Devero (Cavenago – MB), Frosio (Almè – Bg), Il Saraceno (Cavernago – Bg), La Caprese (Mozzo – Bg), Lio Pellegrini (Bergamo), LoRo (Trescore Balneario – Bg), Osteria della Brughiera (Villa d’Almè – Bg), Posta (S.Omobono Terme – Bg), Roof Garden (Bergamo), Villa Patrizia (Sorisole – Bg).

Il Consiglio Direttivo: Petronilla Frosio tel. 035. 85.11.34. [email protected]

Antonio Lecchi tel. 035. 57.12.23 [email protected]

Giuliano Pellegrini tel. 035.24.78.13 [email protected]

© RIPRODUZIONE RISERVATA