La rivoluzione della pizza trova casa a Casirate d’Adda

La rivoluzione della pizza
trova casa a Casirate d’Adda

L’esperienza goumet di «Sobb», una proposta che mischia la tradizione con le eccellenze culinarie.

È’ «pizza revolution» a Casirate d’Adda. A rivoluzionare il concetto di pizza è Roberto Cicalesi, 30 anni, titolare da alcuni mesi della pizzeria «Da Sobb», nel centro del paese. Sulla porta d’ingresso si legge chiaramente che qui vige «Il nuovo modo di pensare la pizza». Il disco di pasta è diviso in spicchi che vengono arricchiti all’ultimo momento, uno per uno, con creazioni di alta cucina, usando materie prime stagionali, freschissime e certificate di qualità. Ecco allora, a impreziosire gli spicchi di pasta lievitata , il gambero rosso di Sicilia con stracciatella, crema di zucchine e datterino candito; il prosciutto crudo Sant’Ilario 28 mesi con ricotta e cipolla rossa; l’acciuga del Cantabrico con stracciatella, cappero di Pantelleria e datterino; la tartare di manzo con verdure di stagione e fonduta di Castelmagno dop e via di questo passo secondo l’estro di Roberto e del suo amico-chef Andrea Rossetti. Pizza rivoluzionaria perché «gourmet», per palati raffinati.

La sala Da Sobb

La sala Da Sobb

«La mia definizione di gourmet – afferma Roberto – è il contrario di fast food, vado a innovare e migliorare una specialità nata povera, educando il cliente alle eccellenze culinarie. Il disco di pasta è la base per creare guarnizioni secondo abilità e fantasia». Alla «Pizza revolution» il settimanale «Panorama» ha dedicato un ampio servizio e tra le dieci pizzerie italiane segnalate per questa rivoluzione c’è anche «Da Sobb» di Roberto Cicalesi. Nome strano: Sobb infatti è il soprannome con cui, nell’ambiente calcistico dove ha giocato, veniva chiamato Roberto, figlio d’arte (il papà gestisce da 15 anni «Da Tullio», classica pizzeria a Arzago d’Adda). Appassionato e meticoloso, dopo aver frequentato tre sessioni all’Università della Pizza a Padova, ha deciso nel dicembre 2015 di aprire un locale tutto suo, tracciando nuove strade alla pizza tradizionale. Una Pizza Revolution, appunto. La farina, 100% italiana, è macinata a pietra, la base è lievitata a lungo così da renderla facilmente digeribile, aspetto fondamentale un risultato d’eccellenza. Impastate con diverse miscele di farina, le pizze sono disponibili in varie tipologie, cotte seguendo specifiche ricette: la Classica, la Gourmet, la Nuvola e la Scrocchiarella. Ognuna può essere condita a piacimento, spaziando dal pesce alle verdure, dai formaggi agli affettati.

Roberto Cicalesi (a destra) con Andrea Rossetti.

Roberto Cicalesi (a destra) con Andrea Rossetti.

Adatto sia per tavoli numerosi che per momenti di intimità conviviale (i coperti sono solo 38 ma in estate aumentano con il dehor), Da Sobb si propone come la nuova pizzeria di tendenza che mette al centro la qualità assoluta degli ingredienti e la bravura dello chef. Le pizze, caratterizzate dalla giusta morbidezza e sapidità, vengono sfornate una alla volta e divise in sei fette, pronte per poter essere condivise tra i commensali ed evitare che si raffreddino. Per esaltarne la bontà, le pizze possono essere accompagnate da bevande di altrettanta qualità, in particolare vini e birre artigianali, tra le migliori sul mercato. Per concludere in bellezza, è possibile scegliere golosi dessert, che vengono personalmente rivisitati dallo chef. Gli orari di apertura sono da martedì a venerdì dalle 12 alle 14; da martedì a domenica dalle 18.30 alle 24.

© RIPRODUZIONE RISERVATA