«L’autunno Del Tone» anteprima a Curno per i buongustai

«L’autunno Del Tone»
anteprima a Curno per i buongustai

«Per realizzare buoni piatti è indispensabile utilizzare materie prime di qualità», dice Fiorenzo Innocenti, chef patron della Trattoria del Tone, a Curno, introducendo la presentazione del suo menù autunnale preparato, in anteprima, per il Club Buongustai Bergamo.

Protagonista della serata il “mais Marano” , una varietà creata nel 1890 dall’agricoltore vicentino Antonio Fioretti, ottenuto dall’incrocio di due mais locali : il Pignoletto d’Oro e il Nostrano. Ci sono voluti ben vent’anni per produrre la nuova varietà di granoturco, ma l’impegno è stato premiato con l’attribuzione, nel 1940, del marchio statale e con la conservazione dei semi nella banca del germoplasma dell’Istituto di Genetica e Sperimentazione Agraria “Strampelli” di Lonigo (Vi). Subito e a lungo apprezzato per il gusto e il suo valore nutritivo, il “mais Marano”, soppiantato in tempi recenti da mais ibridi di maggior resa, è tornato alla ribalta ricercato da un sempre maggior numero di estimatori.

Ernesto Tucci, Marina e Fiorenzo Innocenti.

Ernesto Tucci, Marina e Fiorenzo Innocenti.

Nel menù “ L’autunno del Tone” è stato valorizzato in due portate : “Lasagnetta con funghi porcini e crema di mais Marano” e “Anatra fondente al caramello d’arancia con polenta di mais Marano”. Due piatti eccellenti come tutti quelli della cucina di Fiorenzo Innocenti: classe 1955, formato alla scuola alberghiera di San Pellegrino Terme, dopo aver fatto esperienza in cucine di alberghi in Valle Brembana, diviene lo chef patron della trattoria del nonno Tone, a Curno. Nel 1993 la trasforma nell’attuale locale di charme. Con l’aiuto dell’insostituibile moglie Marina inizia a proporre una cucina legata al territorio e alla tradizione interpretata con ricercatezza. Accanto al locale, ancora oggi funziona il mulino di famiglia: Fiorenzo è figlio di un mugnaio e commenta : «Per me parlare di farina è tornare alle origini».

Brillante esponente dell’Associazione Ristoranti Regionali – Cucina DOC (che ha sede a Vercurago, www.ristorantiregionali.it) ha cucinato le sue raffinate ricette in convegni enogastronomici, organizzati dall’associazione nelle più prestigiose località turistiche italiane. Il segreto del suo successo è la passione per il suo lavoro, che si esprime anche nella costante ricerca e selezione delle materie prime, come hanno riconosciuto i soci del Club Buongustai Bergamo, guidati a questa interessante serata dal presidente avvocato Ernesto Tucci. Gli altri piatti degustati sono stati la “Crema di zucca mantovana con totanetti e seppie all’emulsione di basilico” e “Semifreddo alla menta con crumble alla liquirizia e fondente al cioccolato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA