Appello del Comune di Mozzo «Servono fondi per il pulmino»

Appello del Comune di Mozzo
«Servono fondi per il pulmino»

Il sindaco Pelliccioli invita imprese ed esercenti del territorio a sostenere i costi di un mezzo da destinare al trasporto sociale.

Arriverà anche a Mozzo il progetto «Pulmino amico». Si tratta di una nuova sinergia tra aziende e mondo del non profit che potrà consentire al Comune di ampliare il servizio di trasporto sociale. In pratica il costo degli autoveicoli necessari (anche con speciali allestimenti per il trasporto di persone diversamente abili) viene coperto attraverso la pubblicità apposta sul mezzo da imprese ed esercizi commerciali del territorio.

L’amministrazione comunale di Mozzo crede molto nel progetto «Pulmino amico». «Il trasporto sociale è uno dei servizi più richiesti dalla fascia di popolazione che presenta difficoltà permanente o temporanea nella mobilità – continua l’assessore Gasparini –. Nel nostro paese il servizio è svolto in convenzione con l’associazione “Trasporto Amico Onlus”, che opera anche sul comune di Curno. Nel 2016 nei nostri due paesi sono stati effettuati circa 12.000 accompagnamenti di persone ammalate, invalide e disabili in ospedali, cliniche, ambulatori medici, centri diurni per disabili, residenze protette, centri diurni per anziani. Servono però più automezzi e volontari per garantire ulteriori occasioni di mobilità assistita».

Il progetto «Pulmino amico» permetterà di ampliare il servizio e organizzarlo meglio rispondendo tempestivamente alle richieste dei cittadini. Perciò nei prossimi giorni il Comune contatterà gli imprenditori del territorio per informarli su finalità del progetto e modalità di adesione.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA