Dalla legge di bilancio 40 milioni a sostegno dell’aeroporto di Orio

Dalla legge di bilancio 40 milioni
a sostegno dell’aeroporto di Orio

Nel frattempo i giorni dell’ultimo weekend prenatalizio segnano una leggera ripresa del movimento passeggeri dello scalo, che resta in calo del 70% rispetto a un anno fa.

In arrivo oltre 40 milioni di euro a supporto dell’Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio per le perdite subite in questi mesi con l’emergenza Covid e per i progetti di rilancio in corso. «Grazie all’intesa raggiunta in maggioranza insieme al Governo su un emendamento presentato dal Pd che predispone un fondo speciale di 450 milioni di euro per le difficoltà degli scali italiani, il nostro aeroporto potrà contare su ingenti risorse di sostegno in questo delicato momento. Risorse utili a supportare la gestione dello scalo e i suoi piani di investimento per continuare a garantire efficienza, occupazione e ammodernamento dei servizi», spiegano Antonio Misiani, Maurizio Martina e Elena Carnevali. «Un grande lavoro di squadra dei nostri parlamentari democratici, che con l’emendamento presentato hanno garantito, assieme al Governo, sostegno agli scali italiani oggi in difficoltà, tra i quali figura anche quello di Orio al Serio, uno degli assets strategici di sviluppo della nostra provincia, aggiunge Davide Casati, segretario provinciale Pd Bergamo. «Considero molto importante - dice il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori - l’intesa raggiunta tra le forze di maggioranza e il Governo per il sostegno del sistema aeroportuale italiano e, in particolare, la notizia che allo scalo di Bergamo-Orio al Serio andranno circa 40 milioni di euro. È un risultato di cui voglio ringraziare i parlamentari del Partito Democratico, che per primi si sono attivati nel formulare l’emendamento di sostegno agli aeroporti, e in particolare quelli bergamaschi. Grazie alla decisione che verrà ufficialmente approvata domani, l’aeroporto di Bergamo potrà contare su risorse utili al recupero delle perdite accumulate nel corso del 2020 e confermare così i piani di investimento destinati a rafforzare il suo posizionamento e garantire l’occupazione che in modo diretto e indiretto è legata alla sua attività.

«I 40 milioni del Governo annunciati oggi per l’aeroporto di Orio al Serio arrivano grazie anche al pressing della Lega - dichiara la parlamentare bergamasca della Lega Rebecca Frassini, membro della commissione Bilancio alla Camera - . Avevamo presentato infatti un emendamento a mia firma e dei colleghi Belotti, Ribolla e Invernizzi col quale avevamo proposto l’istituzione di un apposito fondo (50 mln di euro nel 2021) destinato a compensare i mancati introiti patiti dalla società di gestione dell’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio». Continua Rebecca Frassini: «Siamo soddisfatti delle misure prese dal Governo per lo scalo di Orio al Serio perché è proprio quello che avevamo chiesto noi parlamentari bergamaschi della Lega alla Camera. Misure richieste in considerazione dei danni subìti dalla società di gestione dell’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio. Il fondo, come avevamo proposto nell’emendamento, era destinato a compensare i mancati introiti nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020 rispetto alla media degli introiti registrati nel medesimo periodo del precedente biennio».

Nel frattempo i giorni dell’ultimo weekend prenatalizio segnano l’attesa, leggera ripresa del movimento passeggeri all’Aeroporto di Milano Bergamo, che resta in calo del 70% rispetto a un anno fa. Nella giornata di venerdì 18, con un totale di 121 movimenti aerei tra partenze e arrivi, sono previsti circa 12mila passeggeri. Intorno ai diecimila nella giornata di sabato 19, quando risultano programmati 98 movimenti aerei, che risalgono a 113 domenica 20 per una stima di 11-12mila passeggeri. Lunedì 21 dicembre sui 104 voli tra partenze e arrivi sono previsti tra 10 e 11mila passeggeri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA