Fugge all’alt e sperona la polizia Arrestato rom scarcerato da poco

Fugge all’alt e sperona la polizia
Arrestato rom scarcerato da poco

Esattamente due mesi fa come ieri era finito in manette, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale dai carabinieri di Varese. Uscito dal carcere il 13 luglio scorso, all’alba di venerdì 22 luglio è di nuovo stato arrestato.

Stavolta ad ammanettarlo è stata la polizia stradale di Seriate, al termine di un inseguimento mozzafiato sull’A4, culminato con lo speronamento della volante e una colluttazione con gli agenti. In manette è (di nuovo) finito un trentaseienne rom, C. R., domiciliato in un campo nomadi di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. Anche stavolta è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, oltre che di possesso di arnesi atti allo scasso, trovati dagli agenti sulla Ford Focus che la Stradale ha inseguito da Dalmine alla barriera di Milano Est dopo che l’auto non si era fermata all’alt della stessa polizia, appunto nei pressi di Dalmine.

Erano le 5,40 di ieri mattina e sulla vettura c’erano il rom poi arrestato e un suo complice che è riuscito a darsi alla fuga a piedi. Di fronte alla paletta della Stradale, il conducente della Ford ha prima rallentato, poi pigiato sull’acceleratore, proseguendo a folle velocità verso Milano. Gli agenti si sono così lanciati all’inseguimento, proseguito per venticinque chilometri. Di fronte alla barriera di Milano Est, non sapendo più cosa fare, il conducente della Focus ha speronato la volante della polizia. Poi i due occupanti, inchiodata l’auto, sono scesi per proseguire la fuga a piedi. Uno si è dileguato ed è tuttora ricercato. L’altro ha ingaggiato una colluttazione con gli agenti, che lo hanno immobilizzato e arrestato.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola sabato 23 luglio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA