Ladro sulla sedia a rotelle «Resta comunque in carcere»

Ladro sulla sedia a rotelle
«Resta comunque in carcere»

Era stato arrestato martedì ma, anche se è disabile su sedia a rotelle, resterà in carcere. Lo ha deciso il giudice in Tribunale per il rom, ma cittadino italiano, arrestato dai carabinieri di Bergamo dopo aver rubato con due complici due valigette contenenti attrezzi da operaio da un furgoncino parcheggiato nel parcheggio del ristorante «I sette nani» di Curnasco di Treviolo.

L’uomo, di 37 anni e con numerosi precedenti di questo genere, è affetto da una grave malattia neurodegenerativa ed è costretto su una sedia a rotelle: per questo motivo durante il colpo è rimasto sul loro furgone Renault Kangur a fare da palo ai due «colelghi», uno dei quali minorenne.

La sua disabilità però non ha cambiato le carte in tavola e il giudice per Direttissima ha convalidato l’arresto, disponendo per il 37enne, che risiede nel capo rom di Milano, la custodia cautelare nella casa circondariale di via Gleno. Nella sua ordinanza il giudice ha precisato che qualora dovessero esserci dei problemi bisognerà valutare il trasferimento del rom in una struttura attrezzata dal punto di vista sanitario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA