«Mi hanno rubato lo smartphone
e dentro c’era la mia vita. Aiutatemi»

L’appello di Chiara: le è stata sottratta la borsa al parcheggio dell’Iper di Seriate, e dentro c’era il telefono con i suoi ricordi.

«Mi hanno rubato lo smartphone e dentro c’era la mia vita. Aiutatemi»

A Chiara hanno rubato lo smartphone, ma non è quello che conta. Dentro c’erano dei pezzi di vita, la sua. Foto e video delle figlie, della loro nascita, ricordi che conservava lì dentro. Ha cercato di chiamare il numero ma non ha avuto risposta. «Buongiorno a tutti,scusate se vi scrivo io ci tento, lo so che avrete migliaia di messaggi. Giovedì, purtroppo nel parcheggio dell’Iper a Seriate mi hanno rubato la borsa, con tutti i documenti miei e delle mie bambine. Però la cosa che mi sta facendo davvero malissimo è il telefono, per me c’era su il mondo, la mia vita, foto e video delle mie figlie, della nascita di una, un video di una persona che nn c’è più. Per me veramente era troppo troppo importante».

«Purtroppo non le avevo ancora scaricate sul computer e mi sento uno schifo: anni di ricordi buttati così. Ho tentato di chiamarli, ho anche scritto che gli avrei offerto una cifra alta pur di riaverlo, ma niente. Adesso l’ho bloccato e loro non possono più usarlo in nessun modo, quindi magari lo butteranno da qualche parte. Vi chiedo se qualcuno magari dovesse trovarlo in giro: è un iPhone 6s con una custodia trasparente con disegnata Biancaneve. Scusatemi se vi ho fatto perdere tempo e so che avete notizie molto più importanti, ma ho voluto provare lo stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA