Treviolo-Sedrina: tangenziale al palo «Si condiziona lo sviluppo delle valli»
Traffico alla rotonda di Villa d'Almè (Foto by Mario Rota)

Treviolo-Sedrina: tangenziale al palo
«Si condiziona lo sviluppo delle valli»

«Una vergogna inaccettabile». Il sindaco di San Pellegrino Vittorio Milesi va all’attaco della Provincia per la nuova tangenziale sud: la Treviolo-Paladina e la Paladina-Villa d’Almè-Sedrina.

«I soldi ci sono, li mette Anas. - dice -, ma si va a rilento». La Stezzano-Zanica è stata inaugurata recentemente e costituiva uno dei tre lotti per il completamento della tangenziale sud finanziati nel 2006 per un importo complessivo di 150 milioni di euro.

«Ma per la Treviolo-Paladina (35 milioni di euro) e la Paladina-Sedrina (90 milioni di euro), ancora nulla. A distanza di nove anni la Treviolo-Paladina è ferma per un contenzioso tra la Provincia e l’impresa Fabiani che si è aggiudicata la progettazione esecutiva dell’opera e la realizzazione dei lavori».

«Per la Paladina-Sedrina, nonostante i nove anni trascorsi, la Provincia non ha neppure concluso la progettazione definitiva. Una vergogna e uno scandalo assoluti dei quali purtroppo nessuno parla».

In un momento di difficoltà come quello attuale, secondo Milesi, la realizzazione delle due opere avrebbe consentito oltre che di dare soluzione a un problema che condiziona pesantemente lo sviluppo delle Valli Brembana e Imagna, di offrire un’importante possibilità di lavoro per le aziende del territorio.

La Provincia risponde: insufficienti i fondi previsti 9 anni fa, e l’ultimo tratto in tunnel sarà più critico di quello di Zogno


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 23 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA