Zanica, assaliti da tre banditi in casa Coniugi costretti ad aprire la cassaforte

Zanica, assaliti da tre banditi in casa
Coniugi costretti ad aprire la cassaforte

Momenti di paura sabato notte a Zanica dove tre malviventi si sono introdotti un una villa in via Puccini, una zona residenziale del paese. Spariti i gioielli.

I tre banditi hanno sorpreso nel sonno moglie e marito sessantenni costringendoli ad aprire la cassaforte per fare man bassa di gioielli. Quando sono arrivati hanno fatto rumore, ma sono entrati rapidamente impedendo ai coniugi di dare l’allarme. Avevano già chiaro il loro obiettivo e hanno minacciato in maniera esplicita marito e moglie, facendosi aprire la cassaforte: qui hanno arraffato monili d’oro e gioielli. La notizia dell’assalto ha destato stupore e preoccupazione in paese.

Il sindaco Luigi Locatelli ha espresso vicinanza alla coppia rapinata e ha rimarcato il disagio dei Comuni sul fronte della sicurezza: «Siamo lasciati soli ad affrontare problemi che sul piano legislativo competono ad altri: ma lo Stato dove è?».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 18 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA