Il Ponte San Michele riapre in anticipo Via libera alle auto dall’8 novembre
Il sopralluogo (Foto by Colleoni)

Il Ponte San Michele riapre in anticipo
Via libera alle auto dall’8 novembre

Il ponte sull’Adda fra Calusco e Paderno aprirà al traffico veicolare prima del previsto: l’8 novembre invece che il 7 dicembre.

Lo ha annunciato giovedì 5 settembre l’amministratore delegato di Rfi (Rete ferroviaria italiana) Maurizio Gentile durante il sopralluogo al cantiere per i lavori di manutenzione straordinaria del viadotto. Le parole di Gentile sono state accolte da un applauso. Un anticipo sui tempi era auspicato dal territorio. E così sarà: un mese non è forse molto, ma è sicuramente meglio di niente. Di sicuro risulta che fosse il massimo possibile viste le difficoltà che i lavori in corso sul ponte stanno riservando. E il sopralluogo organizzato da Rfi era proprio finalizzato a far prendere coscienza di ciò. Basta dire che i ponteggi sospesi sui quali gli operai stanno lavorando a 85 metri di altezza non possono essere montati su tutto il ponte. Devono essere di volta in volta spostati, sia a causa del vento sia per non appesantire troppo la struttura. Anche i teli utilizzati per evitare che le polveri generate dalla sabbiatura e fresatura non si diffondano nell’ambiente possono essere stesi solo a comparti: ciò per evitare l’effetto vela. Passato l’8 novembre si darà il via al posizionamento dei sostegni necessari alla riapertura del San Michele al passaggio dei treni al momento previsto e rimasto al novembre 2020.


Leggi di più acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di venerdì 6 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA