Pontida, insulti a Mattarella Indagato deputato leghista
Il raduno di Pontida del 15 settembre (Foto by Colleoni)

Pontida, insulti a Mattarella
Indagato deputato leghista

Il procuratore della Repubblica di Verona, Angela Barbaglio, ha inviato per competenza a Bergamo il fascicolo d’indagine per vilipendio al Capo dello Stato nei confronti del deputato leghista Vito Comencini.

Il procuratore della Repubblica di Verona, Angela Barbaglio, ha inviato per competenza a Bergamo il fascicolo d’indagine per vilipendio al Capo dello Stato nei confronti del deputato leghista Vito Comencini, per le frasi da lui pronunziate al raduno di Pontida. Comencini, il 15 settembre scorso, durante l’Assemblea generale della Lega dei giovani a Pontida, avrebbe detto «Mattarella mi fai schifo! È un presidente che se ne frega del 34% degli italiani».

Il fascicolo - riposta sabato 28 settembre «Il Corriere del Veneto» – era stato aperto come atto dovuto in seguito all’esposto presentato da Mao Valpiana, esponente del Movimento non violento di Verona. Gli atti dell’indagine sono quindi stati trasmessi alla Procura di Bergamo, che deciderà come procedere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA