Audi Q7 e-tron quattro La sfida del Suv ibrido
La Audi Q7 e-tron quattro

Audi Q7 e-tron quattro
La sfida del Suv ibrido

La tecnologia ibrida plug-in concilia il meglio di due mondi: i vantaggi di un motore a combustione e quelli di un motore elettrico. L’Audi Q7 e-tron 3.0 TDI quattro definisce nuovi standard in questo campo e nel suo segmento.

Il propulsore termico 3.0 TDI e il motore elettrico erogano, insieme, una potenza di 373 CV (275 kW) e sviluppano 700 Nm di coppia. Lo sprint da 0 a 100 km/h è pari a 6,0 secondi. La velocità massima è di 225 km/h. Il serbatoio da 75 litri permette di raggiungere un’autonomia totale di 1.400 chilometri. Sbarco in Italia nel 2016.

La convenienza dell’ibrido plug-in è evidente in frenata: mentre le automobili a trazione classica perdono energia, in decelerazione la Q7 e-tron quattro la recupera, trasformando l’energia cinetica in energia elettrica, che può nuovamente utilizzare in fase di accelerazione. La batteria ricaricabile copre un buon range della mobilità quotidiana. Con alimentazione elettrica e una potenza di picco di 94 kW è possibile guidare per 56 chilometri solo con il motore elettrico e a emissioni zero. Anche per quanto riguarda i consumi dichiarati questo Suv intende definire nuovi parametri in base alla normativa ECE per gli ibridi plug-in: 1,7 litri / 100 chilometri.

La Audi Q7 e-tron quattro

La Audi Q7 e-tron quattro

Anche la climatizzazione è più efficiente. Il sistema di gestione termica con pompa di calore integrata, sviluppato appositamente per il nuovo modello, sfrutta il calore dissipato dai componenti elettrici. L’abitacolo può essere personalizzato grazie a una ricca offerta di dotazioni. L’Audi virtual cockpit e il sistema MMI, entrambi di serie, si presentano completamente ripensati e tutti i comandi sono, ora, più semplici da utilizzare. La navigazione MMI plus comprende anche il modulo Internet Audi connect che interagisce con la gestione del sistema ibrido. In questo modo, i dati di navigazione e le informazioni di viabilità in tempo reale rendono possibile calcolare in anticipo l’itinerario migliore. Una volta in viaggio, il sistema aiuta il guidatore a risparmiare carburante propondogli, mediante una segnalazione visiva, di togliere il piede dall’acceleratore. Contestualmente il conducente percepisce sulla pianta del piede una pulsazione dell’acceleratore attivo. Anche questo nuovo sistema d’assistenza è una tecnologia innovativa di Audi.

Il 3 litri TDI è un V6 Diesel di nuova generazione. Eroga 258 CV (190 kW) e scarica 600 Nm di coppia. Il motore elettrico genera una potenza di 94 kW e una coppia di 350 Nm.. Il cambio tiptronic è a otto rapporti. Nelle curve veloci la trazione integrale permanente quattro interagisce con il torque vectoring, il software intelligente che frena leggermente le ruote interne alla curva, aumentando l’agilità e la stabilità della vettura. La batteria agli ioni di litio è costituita da 168 celle prismatiche ed è raffreddata a liquido. Con una capacità di 17,3 kWh consente di avere un’autonomia di 56 chilometri in modalità elettrica mentre l’autonomia complessiva, in combinazione con i bassi consumi del motore diesel, arriva a 1.400 chilometri.

La nuova tecnologia a più fasi consente di ricaricare la vettura con una potenza di 7,2 kW. Un processo di ricarica completa da una presa industriale dura meno di 2,5 ore. Come integrazione, Audi propone un pacchetto di speciali servizi e-tron: dal passaggio alla corrente ecologica (energia Audi) fino ad arrivare all’Audi Charge&Fuel Card. Con i servizi e-tron, che sono compresi nella gamma di servizi di Audi connect, il guidatore può gestire dal proprio smartphone la ricarica stessa oltre alla climatizzazione della vettura.

D.V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA