Bmw M2 CS, sportiva  in edizione limitata
Bmw M2 CS

Bmw M2 CS, sportiva
in edizione limitata

Bmw M GmbH lancia, per la prima volta nel segmento delle compatte premium, un modello in edizione speciale a tiratura limitata dall’aspetto particolarmente accattivante e sportivo.

La nuova M2 CS (consumo di carburante combinato 10,4 - 9,4 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 238 - 214 g/km) si colloca al di sopra della M2 Competition nella gamma e si aggiunge al successo già raggiunto dalla M3 CS e dalla M4 CS. Fornisce inoltre una base per il modello Racing, il nuovo punto di accesso alle corse amatoriali Motorsport e per il nuovo segmento Clubsport (disponibile dal 2020). Una serie di elementi realizzati in resina rinforzata con fibra di carbonio (Cfrp) assicura alla vettura un design ancora più sportivo rispetto alla versione Competition.

Spiccano il cofano di nuova concezione, un tetto interamente realizzato in fibra di carbonio, il nuovo splitter anteriore e un diffusore posteriore in fibra di carbonio a vista. La M2 CS stabilisce nuovi standard nel suo segmento per accelerazione, dinamica di guida, precisione e agilità e fornisce un nuovo accesso alla gamma di prodotti M GmbH. E’ disponibile nella vernice metallizzata Misano Blue riservata esclusivamente a questa versione. I prezzi, in Italia, partono da 100.900 euro.

Bmw M2 CS

Bmw M2 CS

Il motore M TwinPower Turbo a sei cilindri in linea sviluppa la potenza di 331 kW/450 CV, ovvero fino a 29 kW/40 CV in più rispetto a quello della Competition. La potenza del motore viene trasferita sulla strada o in pista dalle sospensioni adattive M, fino ad ora appannaggio dei modelli M4, e dagli pneumatici Cup. Le sospensioni adattive M consentono al guidatore di modificare le impostazioni dell’ammortizzatore attraverso le modalità Comfort, Sport e Sport +. Mentre la modalità Comfort ottimizza il comfort di marcia nell’uso quotidiano in città, la modalità Sport assicura doti dinamiche superiori in strade aperte. Sport +, la modalità più estrema, minimizza i movimenti del corpo vettura e massimizza il comportamento dinamico per le massime prestazioni in pista.

L’esperienza nelle gare si riflette chiaramente nei freni M Sport di serie con pinze verniciate di rosso. I dischi freno sono più grandi rispetto a quelli della Competition (asse anteriore: diametro 400 mm, asse posteriore: diametro 380 mm) così come le pinze (asse anteriore: pinze fisse a sei pistoncini, asse posteriore: pinze fisse a quattro pistoncini). Questo sistema offre prestazioni di frenata con eccellente potere frenante in tutte le condizioni, grande resistenza al fading e notevole stabilità termica. I clienti possono anche selezionare l’opzione dei freni carboceramici con pinze a sei pistoncini all’anteriore e pinze a quattro pistoncini al posteriore. Questi sono ancor più leggeri e possono resistere a stress duraturi in pista nonché aver una maggior durata. La notevole maneggevolezza della vettura è dovuta anche ad elementi come la barra duomi in fibra di carbonio, che aumenta la rigidità della struttura frontale e il sistema Dsc (Dynamic stability control) estremamente preciso.

Il controllo di stabilità ottimizza la trazione in condizioni di asfalto bagnato, quando lo slittamento delle ruote diventa eccessivo e può consentire un leggero drift controllato. A dare una mano qui è il differenziale attivo M, un sistema di bloccaggio controllato elettronicamente che risponde con precisione e velocità per ottimizzare la trazione e la stabilità direzionale e che, in determinate situazioni, funziona anche in modo proattivo. La sportiva di Bmw è dotata di cerchi forgiati da 19 pollici in nero lucido o, in opzione, con finitura oro opaco. I cerchi da 19 pollici anteriori pesano solo nove chilogrammi, quelli posteriori, sempre da 19 pollici, fermano l’ago della bilancia a 10 chili. Grazie agli pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 nella misura 245/35 ZR 19 di primo equipaggiamento, le ruote anteriori soddisfano i più alti standard in termini di controllo laterale, stabilità direzionale, precisione di sterzo, mentre gli pneumatici posteriori nella misura 265 /35 ZR 19 ottimizzano la trazione, il controllo laterale e la stabilità direzionale.

I proprietari che desidereranno utilizzare la propria M2 CS prevalentemente nella guida di tutti i giorni possono scegliere, come optional senza costo aggiuntivo, gli pneumatici Michelin Pilot Super Sport più adatti a fondi stradali bagnati rispetto ai pneumatici Cup. Se equipaggiata con il cambio a doppia frizione M a sette rapporti (opzionale) la nuova versione scatta da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi. Con il cambio manuale a sei rapporti, offerto per la prima volta in gamma, il dato per l’accelerazione è di 4,2 secondi. La velocità massima con il pacchetto M Driver è limitata elettronicamente a 280 km. La Bmw M2 CS equipaggiata con il cambio manuale a sei rapporti registra un consumo di carburante combinato di 10,4 - 10,2 l/100 km. L’interno combina un aspetto esclusivo con la sensazione sportiva dell’Alcantara e l’innovativo design. Ad esempio, la console centrale è interamente realizzata in leggera fibra di carbonio così come le maniglie e le finiture delle porte.

I sedili ultraleggeri M Sport sono quelli della M4 CS e aggiungono un altro punto di forza ergonomico e visivo. I sedili sono realizzati con una struttura a guscio, rivestiti in pelle Merino e Alcantara con cuciture a contrasto rosse: un chiaro riferimento al mondo racing. Il volante M Sport (opzionale) con rivestimento esclusivo in Alcantara e il marcatore centrale rosso rappresentano un ulteriore richiamo al motor sport. L’Alcantara viene anche utilizzata per il bracciolo nella consolle centrale e per la modanatura sul cruscotto con il logo CS rosso.

D. V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA