Dacia Duster diventa più «explorer» che mai

Dacia Duster diventa
più «explorer» che mai

A due anni dal suo restyling, Dacia Duster si rinnova ulteriormente rimarcando ulteriormente il suo ruolo di punta nella gamma e offrendo un supplemento di contenuti ed evoluzioni di stile.

In particolare, Duster si arricchisce di nuovi equipaggiamenti e nuovi elementi distintivi di design che - sottolineano in Casa Renault, gruppo di cui Dacia fa parte - le sue capacità «explorer» sia in città che fuori città, rendendola ancora di più una vettura ideale per affrontare ogni tipo di percorso.

Le novità inserite sul modello MY 2016 partono dal design con la proposta di due nuove sellerie sui livelli Ambiance e Laureate e i nuovissimi cerchi in lega da 16 pollici diamantati neri, che segnano ulteriormente il profilo muscoloso da Suv della macchina. Oltre ai dettagli di stile, Duster si propone ora con una dotazione tecnologica che ha la sua punta di diamante nel sistema multimediale e di navigazione Media-Nav Evolution (di serie o in opzione a seconda delle versioni). Per la prima volta su Dacia arriva anche la camera parking posteriore.

Dacia Duster

Dacia Duster

Per ribadire la personalità off-road del modello, Duster MY 2016 adotta la nuova tinta verde Altaï, ispirata alle sfumature color oro di cui si tinge la catena montuosa siberiana Altaj al tramonto, dando vita ad un colore inedito che sprigiona tutta l’avventura di queste terre. I livelli di equipaggiamento sono quattro: Duster, Ambiance, Laureate e Prestige. Due le motorizzazioni a benzina: il 1.6 115 Cv e il 1.2 TCe 125 Cv. Altrettante quelle Diesel: il 1.5 dCi da 90 Cv e il 1.5 dCi da 110 Cv. Tutte le motorizzazioni sono pronte per il passaggio alla normativa Euro6 e sono equipaggiate con sistema Stop & Start e cambio manuale 6 rapporti.

I prezzi chiavi in mano diventano ancora più competitivi: le versioni diesel dCi 90cv e dCi 110cv hanno ora prezzi più bassi rispettivamente di 700 e 550 euro rispetto alle analoghe versioni del precedente modello. L’entry level, invariato, è di 11.900 euro per la versione 4X2 benzina 1.6 da 115 Cv con Start & Stop.

Dacia Duster

Dacia Duster

Un cenno a parte merita il debutto del Dacia Media-Nav Evolution: un grande touch screen di 18 cm (7 pollici) dotato di una home page che consente di navigare facilmente nelle sei sezioni: radio, media, telefono, mappe, navigatore (con visualizzazione 2D e Birdview) e impostazioni. Gli apparecchi portatili quali lo smartphone o il lettore MP3 si collegheranno alle prese USB o jack, accessibili sul frontale per una maggiore ergonomia. Grazie alla funzione Bluetooth, è possibile consente anche utilizzare la funzione audio-streaming per ascoltare, senza bisogno di cavi, i brani musicali e le playlist registrate sullo smartphone.

Con l’arrivo di Duster MY 2016, Dacia propone anche la serie limitata Urban Explorer, sintesi di tutte le novità disponibili sulla gamma e della sua doppia anima: urbana e off road. C’è il Pack All-Road che prevede le nuove protezioni laterali e dei passaruota che, insieme ai cerchi in lega diamantati neri, rafforzano il carattere robusto di Duster. Sempre in termini di design, Dacia Duster Urban Explorer guadagna, inoltre, un’ulteriore grinta con il nuovo Pack Look che comprende gli ski anteriori e posteriori, le barre da tetto, le pedane laterali e gli specchietti esterni, tutti satinati “Dark metal”. Infine lo scarico cromato e i vetri laterali posteriori e lunotto oscurati conferiscono all’inedita serie limitata un carattere ancora più forte e determinato.

L’«edizione speciale» è disponibile nelle motorizzazioni benzina 1.6 da 115 Cv S&S e dCi 110 Cv S&S, per entrambi i motori è possibile scegliere sia la trazione 4x2 che la trazione 4x4. I prezzi chiavi in mano, in questo caso, partono da 14.800 euro per la versione 4x2 benzina 1.6 115cv S&S.

D. V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA