Debutta Toyota Aigo X, piccolo crossover urbano

La nuova Toyota Aygo X si distingue come un crossover a suo modo unico nel segmento A, progettato e prodotto in Europa per soddisfare le esigenze della mobilità urbana.

Debutta Toyota Aigo X, piccolo crossover urbano

Toyota ha intrapreso uno studio a livello europeo sulle abitudini della guida urbana, analizzando le necessità di clienti alla ricerca di un’auto alla moda, compatta e sicura. Il risultato è questa nuova vettura costruita sulla piattaforma Tnga, introdotta per la prima volta con la nuova Yaris - l’attuale auto dell’anno 2021 in Europa - e più recentemente con la nuova Yaris Cross. A partire dal concept Prologue -sviluppato presso il Toyota European Design and Development (ED2) di Nizza - i designer del costruttore nipponico hanno voluto portare una ventata di originalità nel mercato Ue delle auto compatte. D’altra parte proprio Aygo, sin dal suo arrivo nel 2005, non solo ha ricoperto il ruolo di vettura Toyota più accessibile in Europa, ma ha anche attratto i clienti che mettono il design in cima alla lista delle loro priorità.

Dopo il reveal di successo e l’accoglienza positiva riservata ad Aygo X Prologue nella colorazione Sparkling Chilli Red, il progetto Aygo X è passato allo Styling di Toyota Motor Europe in Belgio, dove i team di progettazione hanno lavorato a stretto contatto con il product planning e l’R&D per trasformare il concept in un modello di serie. L’accattivante esecuzione bi-tone di Aygo X, unita alle vernici che trovano ispirazione nel mondo delle spezie, creano una silhouette che cattura l’attenzione. La nuova linea del tetto, più rastremata, aumenta anche la sensazione di dinamicità. Nella parte anteriore i fari high-tech avvolgono il cofano per formare un profilo ad ala mentre più in basso la grande griglia, i fendinebbia e l’under-run si sviluppano sul tema del doppio trapezio, parte fondante dell’identità di Aygo. La nuova palette delle vernici si ispira a diversi tipi di spezie per dare vita ad una gamma colori ad esclusivo appannaggio del modello X.

Ogni colore rappresenta in modo originale le diverse anime e personalità dell’auto. Il Cardamom Green, con il suo verde a bassa saturazione, evoca un’immagine ricca di stile ed eleganza per un look raffinato. Il Chilli Red è un colore molto acceso, premium, che cattura l’attenzione con riflessi caldi grazie anche alla presenza di lievi nuance blu nella vernice. Il Ginger Beige è un colore classico che fa trasparire una calda complessità nella sua tonalità. Il Juniper Blue è giovanile, un blu creato appositamente per questo modello che dona un look brillante grazie anche alla presenza di leggere sfumature rosse. Ognuno di questi colori contrasta nettamente con il nero del tetto e della parte posteriore della vettura, il che rende immediatamente riconoscibile la city car. Il tema delle spezie, tuttavia, non è solo esteriore. I dettagli interni - inclusi il cruscotto e la console centrale - si abbinano, infatti, ai colori esterni per conferire all’abitacolo un design distintivo e unico. Uno sguardo più attento ai sedili farà notare il simbolo X cucito direttamente sul tessuto.

Nella forma dei fari troviamo un altro richiamo di stile. Un’edizione limitata di Aygo X sarà disponibile nella tinta Cardamom Green per i primi mesi di vendita e sarà caratterizzata da dettagli esterni Mandarina Orange - arancione opaco - e cerchi in lega neri opachi da 18”. La presenza di dettagli Mandarina proseguirà anche all’interno, con pannelli e rivestimenti in tinta. Il pianale della versione base è caratterizzato da una sezione del telaio posteriore modificata e ridimensionata mentre il corpo vettura è contraddistinto da sbalzi anteriori e posteriori ridotti. Con una lunghezza di 3.700 mm, Aygo X è più lunga di 235 mm rispetto alla precedente, con il passo che aumenta di 90 mm. Lo sbalzo anteriore è inferiore di 72 mm rispetto alla Yaris mentre la dimensione massima dei cerchi è aumentata a 18”. Progettata per le strade più strette della città, ha anche un raggio di sterzata eccezionalmente ridotto, di soli 4,7 m: uno dei più bassi del segmento. La larghezza totale del corpo vettura è aumentata di 125 mm rispetto all’attuale Aygo e raggiunge i 1.740 mm. Grazie alla posizione di guida rialzata e al packaging da crossover compatto - l’altezza da terra è stata aumentata di 11 mm rispetto alla generazione precedente - il modello offre al guidatore una maggiore presenza su strada e più sicurezza. La seduta è stata rialzata di 55 mm migliorando, quindi, il contatto visivo con gli altri utenti della strada, in particolare ciclisti e pedoni. I livelli di rumorosità interna sono stati ridotti grazie all’ampio uso di materiali fonoassorbenti. Toyota e JBL hanno inoltre collaborato per creare un sistema audio premium con una firma sonora su misura. Il sistema è composto da un set di quattro altoparlanti accoppiato a un amplificatore da 300 W e a un subwoofer da 200 mm situato nel bagagliaio. Debutta il tetto apribile in tela, novità assoluta per un crossover di segmento A. La nuova parte superiore in tela è stata progettata per migliorare l’esperienza di viaggio, ampliando l’apertura di 40 mm e aumentando l’angolo di visuale del 20%. La nuova struttura del deflettore antivento ne migliora inoltre la durata e la robustezza per una maggiore tranquillità di utilizzo. La connettività a bordo è garantita dal Toyota Smart Connect e dall’app MyT. Il sistema Toyota Smart Connect vanta un display touchscreen ad alta definizione da 9”, illuminazione interna con luce diffusa, ricarica wireless per smartphone. L’ultimo sistema multimediale di Toyota offre anche la navigazione cloud-based per fornire informazioni sul percorso in tempo reale tramite servizi sempre connessi. Aygo X, infine, fa un grande passo avanti in termini di sicurezza: per la prima volta su una vettura di segmento A, infatti, il Toyota Safety Sense sarà di serie in tutti i mercati. Utilizza una telecamera monoculare e un radar a onde millimetriche, permettendo al sistema di pre-collisione (Pcs) e rilevamento dei veicoli di operare a velocità più elevate. Arrivano i dispositivi per il riconoscimento di pedoni diurno e notturno, il riconoscimento di ciclisti diurno, l’Intelligent Adaptive Cruise Control, il supporto alle intersezioni stradali, il sistema di mantenimento attivo della corsia e l’assistenza alla sterzata di emergenza.

D.V.

© RIPRODUZIONE RISERVATA