La nuova Audi A8 Design e tecnologia

La nuova Audi A8
Design e tecnologia

Design, lusso e tecnologie innovative: la nuova Audi A8 anticipa concorrenza e normative proponendo per prima un sistema di guida assistita di terzo livello.

Grazie a un complesso sistema di sensori, telecamere e scanner laser, l’ammiraglia tedesca è predisposta per procedere in autonomia nel traffico in colonna su autostrade e superstrade. In tutto sono 41 i dispositivi di assistenza alla guida che supportano il viaggio, garantendo comodità e sicurezza.

In attesa di leggi che regolamentino la guida autonoma, l’intelligenza artificiale Audi è già in grado di monitorare l’ambiente circostante, riconoscere i pericoli di collisione intorno all’auto e intervenire attivamente. Ad esempio, se l’auto dispone di assetto attivo e i radar prevedono una imminente collisione laterale, il sistema solleva rapidamente la carrozzeria fino a 8 cm sul lato a rischio, riducendo le conseguenze dell’impatto per gli occupanti.

“Nel 1994 la Audi A8 è stata la prima auto al mondo con scocca e carrozzeria in alluminio - ha ricordato nel corso della presentazione presso l’hangar Audi di Bergamo Michele Brusa, responsabile commerciale Audi Gruppo Bonaldi - La quarta generazione ci proietta sempre più verso la guida del futuro. Grazie alle sue innovative tecnologie cambierà il modo di viaggiare e quindi di vivere, facendoci risparmiare la nostra risorsa più preziosa: il tempo”

Tempo che si trascorre piacevolmente all’interno dell’abitacolo, rifinito con materiali di altissima qualità e proposto con un impianto audio Bang & Olufsen a effetto sound tridimensionale. I sedili posteriori offrono diversi tipi di massaggio e un inedito poggiapiedi per farsi riscaldare e massaggiare la pianta dei piedi. Un tablet sul bracciolo posteriore consente ai passeggeri di controllare tutte le funzioni di comfort e infotainment, mentre dal sistema di comando sulla console anteriore scompare la manopola del sistema MMI, sostituita da due display touch con feedback tattile. Dietro al nuovo volante a quattro razze si ritrova virtual cockpit Audi, ora con risoluzione full HD.

Se la nuova A8 rappresenta lo stato dell’arte della tecnologia Audi, non mancano interessanti novità anche sul piano stilistico. La linea dell’ammiraglia di Ingolstadt porta la firma di Marc Lichte, responsabile del centro stile Audi, e riprende gli stilemi della concept car Prologue. Tratto distintivo è la rinnovata calandra esagonale single-frame, che si sviluppa in orizzontale ed è ricca di dettagli cromati. I proiettori LED Matrix HD con luce laser, un optional da oltre seimila euro, offrono un’illuminazione dieci volte superiore a quelli tradizionali. In coda, i gruppi ottici con tecnologia OLED sono raccordati da una fascia luminosa. Il profilo elegante e slanciato della fiancata ben dissimula le imponenti dimensioni della vettura: la Audi A8 è lunga 5,17 mentre la versione L a passo allungato raggiunge i 5,30 metri.

La Audi A8 si presenta al lancio con due motorizzazioni V6 da 3.0 litri di cilindrata: la A8 50 TDI turbodiesel da 286 Cv e la A8 55 TFSI turbobenzina da 340 Cv. Entrambe dispongono di trazione integrale e cambio automatico Tiptronic a 8 rapporti, a richiesta si possono avere le sospensioni attive e le ruote posteriori sterzanti. Nel corso del 2018 arriveranno i motori a otto cilindri, il 4.0 TDI a gasolio da 435 Cv e il 4.0 TFSI a benzina da 460 Cv. Al vertice della gamma si collocherà la versione spinta dal motore W12 da 6.0 litri e 585 Cv.

Tutti i motori adottano la tecnologia mild-hybrid, per la prima volta collegata a una rete di bordo da 48V. Grazie a questo sistema, costituito da un alternatore-starter e a una batteria agli ioni di litio, quando si rilascia l’acceleratore la Audi A8 è in grado di “veleggiare” a motore spento a velocità

comprese fra 55 e 160 km/h, viaggiando a emissioni zero fino a 40 secondi.

I prezzi partono da 93.800 euro per la Audi A8 e da 101.100 euro per la A8 L a passo allungato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA