Nuova Peugeot 208 La sfida dei consumi

Nuova Peugeot 208
La sfida dei consumi

Punta di diamante della proposta Peugeot nel segmento B e successo commerciale con un milione di unità vendute nel mondo, la 208 cambia e innova. E diventa ancora più parca nei consumi.

La casa del Leone ha le idee chiare. Per confermare questa posizione leader nel mercato la nuova generazione della sua berlina compatta (meno di 4 metri di lunghezza) non poteva che contare, oltre che su tratti stilistici abbelliti e su una rinnovata offerta di tinte di carrozzeria e di personalizzazioni, anche su nuovi equipaggiamenti tecnologici e sulle nuove motorizzazioni. Una sfida vera e propria con consumi dichiarati da primato assoluto (per i valori di risparmio delle versioni più parche): 3 litri di gasolio per percorrere 100 chilometri. Lancio da metà giugno.

Peugeot 208

Peugeot 208

Ii nuovo paraurti ha, ora, linee più nette, lineari, e la calandra è stata ridisegnata ed ha la cornice cromata più pronunciata. L’insieme sottolinea le caratteristiche di qualità e robustezza tipiche delle auto Peugeot. Nei livelli di allestimento superiori gli inserti cromati della nuova calandra «Equalizer» conferiscono alla vettura un inedito effetto «tridimensionale».

Sempre nel frontale, il nuovo stile è sottolineato dai proiettori bicolore (corpo nero e cromato, di serie dall’allestimento Active) e dalle luci diurne a LED. Posteriormente, gli elementi caratterizzanti sono ancora i gruppi ottici a LED a forma tridimensionale. Il loro aspetto particolare, il colore caldo rosso opalino e l’effetto 3D molto profondo non passano inosservati.

Il comfort generale, come verificato durante il test drive, resta un’altra delle prerogative indiscusse di Peugeot. Viene riproposto in tutta la sua funzionalità l’i-Cockpi costituito da un volante ridotto, da un quadro strumenti in posizione rialzata e da un grande touchscreen multifunzione da 7”. Il tutto ben posizionato e rifinito con materiali di qualità. Il touchscreen è di di serie a partire dall’allestimento Active, ha un utilizzo intuitivo e facilita l’accesso a radio, navigazione (in opzione), telefono, computer di bordo, Internet (tramite Peugeot Connect Apps).

Ma ora si può sfruttare anche il meglio della connettività direttamente a bordo: Bluetooth e USB, applicazioni mobili attraverso le Peugeot Connect Apps (disponibili in post-vendita) e Mirror Screen (in opzione o di serie in base ai livelli di allestimento). La novità del Mirror Screen permette di trasferire lo schermo del proprio smartphone su quello del veicolo, per utilizzare appieno le sue applicazioni.

Passi avanti decisivi anche sul lato della sicurezza con due equipaggiamenti in sintonia con l’utilizzo urbano del veicolo: l’Active City Brake e la Retrocamera. L’Active City Brake, cioè il sistema attivo di frenata anticollisione urbano, è in opzione in base alle versioni e permette di evitare un incidente o di limitarne la gravità in caso di mancato intervento del conducente in condizioni di guida urbana, a meno di 30 km/h. Un sensore laser a corto raggio (Lidar) è posizionato nella parte alta del parabrezza e può rilevare gli ostacoli, come un veicolo nello stesso senso di marcia o fermo. Può azionare automaticamente una frenata a fondo per evitare una collisione o limitarne le conseguenze, riducendo la velocità dell’impatto.

Infine i nuovi motori - con cambio manuale o automatico - sono tutti euro 6. Per la gamma benzina le potenze partono dai 68 CV della «Pure Tech» ai 208 CV del propulsore 1.6 THP delle versioni sportive GTi e GTi by Peugeot Sport, che arriveranno in Italia a partire da settembre. Lo S&S la fa da padrone. Ma è la linea diesel BlueHDi a fare salti da gigante: grazie all’abbinamento della SCR (Selective Catalytic Reduction) e del FAP con additivo si ottengono allo scarico emissioni inferiori a 95 g di CO2/ km. La versione da 75 CV scende ancora ed emette solo 79 g di CO2/ km a fronte di un consumo di carburante di soli 3,0 litri / 100 km. Valori da primato.

Giustamente in casa Peugeot fanno notare che «a fine aprile, sul circuito di prove del Marchio, a Belchamp in Francia, e sotto il controllo dell’ente di omologazione francese Utac (Unione tecnica dell’automobile, del motociclo e del iclo), la Nuova 208 nella versione 1.6 BlueHDi 100 CV S&S, rigorosamente di serie ed equipaggiata con un cambio manuale a cinque marce, ha percorso 2152 chilometri consumando soltanto 43 litri di carburante e stabilendo così il record assoluto dei consumi sulla lunga distanza per un veicolo di serie: solo 2,0 l/100 Km».

Infine il nuovo listino. La gamma benzina (dall’allestimento Access a quello Gt Line) parte da un prezzo di 12.300 euro. Quella diesel (quattro potenze da 75 a 120 cv) parte da 16.050 euro.

D. V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA