Porsche 911 Carrera T  Prestazioni e piacere di guida

Porsche 911 Carrera T
Prestazioni e piacere di guida

Con la 911 Carrera T Porsche rilancia il concetto purista che ispirò la 911 T del 1968: peso ridotto, rapporti di trasmissione dal cambio manuale più corti e trazione posteriore con blocco meccanico del differenziale posteriore per migliorare le prestazioni e intensificare il piacere di guida.

La linea inconfondibile del nuovo modello si basa sulla 911 Carrera e il suo motore eroga una potenza di 272 kW (370 CV). La nuova versione – in Porsche, la lettera T sta per Touring – vanta, inoltre, numerose dotazioni che non sono disponibili sulla 911 Carrera, fra cui il telaio sportivo Pasm di serie, ribassato di 20 mm, il pacchetto Sport Chrono dal peso ottimizzato, una leva del cambio più corta con schema delle marce di colore rosso e la fascia centrale dei sedili in Sport-Tex. L’asse posteriore sterzante, non disponibile per la 911 Carrera, rimane un optional riservato proprio alla 911 T.

Ogni dettaglio costruttivo è stato concepito per esaltare il carattere sportivo della vettura e alleggerirne, nel contempo, la struttura: per il cristallo posteriore e i finestrini laterali posteriori è stato scelto un vetro leggero e nei pannelli interni delle portiere sono inserite maniglie apriporta a tirante. Il materiale fonoassorbente è stato notevolmente ridotto, i sedili posteriori opzionali sono stati eliminati ed è inoltre possibile fare a meno del Porsche Communication Management (PCM). Il risultato: un peso a vuoto pari a 1.425 chilogrammi, ovvero 20 kg in meno per la due posti rispetto a una 911 Carrera con equipaggiamento analogo.

La 911 Carrera T sarà disponibile a partire da gennaio 2018 ed è ordinabile da subito. Il prezzo di vendita (Iva e dotazione specifica incluse) proposto in Italia sarà di 111.586 euro. La vettura è stata costruita per esprimere appieno l’emozionalità e il carattere intensamente sportivo di questa coupé a trazione posteriore. Le parti della carrozzeria e le ruote fungono da elementi di chiara differenziazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA