R8 da brividi: l’Audi più veloce di sempre Esperienza racing su strada: 610 cavalli

R8 da brividi: l’Audi più veloce di sempre
Esperienza racing su strada: 610 cavalli

Nessun’altra auto di Audi è più potente e più veloce. E infatti la nuova sportiva R8 ad alte prestazioni è tarata sulla massima dinamica possibile.

Tutto concorre a farne una supersportiva: dall’Audi Space Frame (ASF) all’aerodinamica, fino ad arrivare alla trazione integrale quattro di nuovo sviluppo. Il motore centrale V10 aspirato garantisce prestazioni potenti soprattutto nella versione di punta da 610 CV (449 kW). Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in soli 3,2 secondi e la velocità massima raggiunge i 330 km/h. Un motore centrale potente e ad alti regimi di rotazione, una trazione quattro con torque vectoring completamente variabile, una concezione della struttura leggera coerente con un Audi Space Frame in fibra di carbonio e alluminio e assetto dinamico fanno della R8 la punta di diamante di casa Audi, più accattivante che mai nei nuovi modelli.

La stretta collaborazione tra ingegneri di gara, piloti e addetti allo sviluppo delle vetture di serie ha portato a un netto aumento delle prestazioni sia su strada sia nella R8 LMS, l’auto da corsa concepita in parallelo. «La nuova Audi R8 V10 plus è la Audi di serie più potente e più veloce di tutti i tempi - afferma Ulrich Hackenberg, membro del Board di Audi AG per lo sviluppo tecnico -. Il mondo delle gare è da sempre parte integrante del carattere del nostro brand».

La nuova Audi R8 V10plus

La nuova Audi R8 V10plus

Con la nuova gamma della R8 gli ingegneri tedeschi hanno trasferito dal circuito alla strada tutta la competenza che Audi ha maturato nel settore racing. Il motore V10 è disponibile in due versioni: da 540 CV (397 kW) nella R8 V10 e da 610 CV (449 kW) nella R8 V10 Plus. La coppia massima di 540 o 560 Nm è disponibile in entrambi i casi a 6.500 giri. Rispetto al modello precedente la potenza è aumentata notevolmente e la capacità di reazione del motore aspirato da 5,2 litri ad alti regimi di rotazione (fino a 8.700 giri) è diventata ancora più brillante. Come un motore da corsa, il propulsore V10 è dotato di lubrificazione a carter secco. Le tipiche sonorità sono diventate ancora più piene.

A monte del V10 si trova il cambio S tronic a sette rapporti, dai cambi marcia a gestione elettrica (by wire). Il cambio a doppia frizione invia la coppia alla trazione quattro, di nuova concezione, dotata di frizione a lamelle ad azionamento elettroidraulico all’asse anteriore. Per garantire le massime prestazioni viene raffreddata attivamente ad acqua. La frizione ripartisce la coppia in modo completamente variabile in base alla situazione di marcia: all’avantreno o al retrotreno può essere convogliato fino al 100% della coppia.

La strumentazione del cruscotto della nuova Audi R8 V10plus

La strumentazione del cruscotto della nuova Audi R8 V10plus

La gestione della frizione è integrata nel sistema di regolazione della dinamica di marcia Audi Drive Select e permette al guidatore di scegliere tra le modalità di base «comfort», «auto», «dynamic» e «individual». Nella R8 V10 Plus la modalità Performance comprende tre ulteriori programmi - «dry», «wet» e «snow» - che adeguano i più importanti parametri della dinamica di marcia in funzione del coefficiente di attrito della strada (optional per la versione V10). Il differenziale meccanico autobloccante all’asse posteriore è di serie. Le percentuali di bloccaggio sono state ridefinite per potersi adattare alla trazione quattro e al suo sistema di regolazione attiva.

D. V.


© RIPRODUZIONE RISERVATA