Salone di Parigi
Novità in passerella

Parigi alza il sipario sul Salone dell’auto e dal 4 al 19 ottobre sarà la capitale mondiale del settore. L’edizione 2014, che è preceduta dalle due giornate per i media (2 e 3 ottobre), si annuncia come tra le più ricche degli ultimi anni per numero e qualità di nuove proposte.

Salone di Parigi Novità in passerella

Ciò non vuol dire che siamo già nella ripresa dell’automotive che, invece, sembra continuare a marciare a due velocità, dentro uno scenario economico mondiale che rimane incerto. Da un lato, infatti, c’è l’Europa, dove da inizio 2014 le vendite sono salite del 5,8% ma con numeri ben lontani dal periodo precrisi. Soffrono i maggiori mercati del Vecchio Continente, anche quello tedesco anche se con proporzioni diverse. Dall’altro lato si assiste ad uno sviluppo marcato della produzione di quattroruote grazie alla domanda che arriva da Stati Uniti, Cina e a altri Paesi emergenti.

In questa quadro Parigi è una vetrina-termometro a cominciare dalla trasformazione di Fiat. Dopo la fusione con Chrysler nella nuova FCA, il costruttore torinese lancia in anteprima mondiale al Salone di Parigi la 500X, il primo crossover della famiglia della citycar che uscirà dalle linee di produzione di Melfi sulla stessa piattaforma della Jeep Renegade. Attesissima, insieme alle edizioni speciali della 500 legate alla moda parigina, anche l’ultima Ferrari dell’era Montezemolo, la 458 Speciale A. Riflettori puntati anche su Mazda MX-5, costruita in Giappone ma da cui alla fine del 2015 deriverà la nuova Spider Fiat, il modello frutto della joint venture firmata nel 2013 tra Mazda e il Gruppo torinese. Tutta italiana anche la concept ibrida di Lamborghini in linea con il trend che vede i principali specialisti proporre modelli con motorizzazione ibrida anche per le supercar. Come Porsche che presenterà nella Ville Lumiere una versione E-Hybrid della nuova Cayenne. Ma è ibrido anche il suv Volvo XC 90 anche se qui rimaniamo nel solco di un marchio che ha fatto del suo essere green un tratto distintivo.

Molte le novità - dentro un trend che li vede sempre più protagonisti del mercato - tra i crossover compatti. A competere con la Fiat 500X e la Jeep Renegade arrivano, infatti, la nuova Suzuki Vitara, la versione europea dell’Honda HR-V e la concept Toyota C-HR che anticipa lo sbarco su strada di un suv più piccolo rispetto al RAV4. Kia presenta la terza generazione del Sorento, Seat la versione crossover X-Perience della Leon e Volkswagen la Golf off road Alltrack. E se Ford propone la nuova generazione di Mondeo e le rinnovate monovolume C-Max ed S-Max, Bmw presenta il nuovo Suv X6 e la Serie 2 a trazione anteriore. Del gruppo bavarese arriva a Parigi anche la Mini a 5 porte. Mercedes risponde, tra l’altro, con la nuova generazione della Classe B. Opel presenterà al pubblico la nuova Corsa, la sportiva Adam S e le inedite motorizzazioni diesel per Mokka, Insignia e Zafira Tourer. E si torna a Volkswagen con Passat GTE, l’ibrida plug-in forse più attesa. E’ un debutto mondiale.

Puntano all’alto di gamma le Case francesi: Renault con la nuova generazione Espace, Peugeot con la 508 e Citroen che per il brand DS lancia il concept ultralusso Divine. Grande attesa per la «piccola» Jaguar XE, che punta a competere con la Serie 3 Bmw, e per l’inedita Land Rover Discovery Sport. Nel segmento B novità anche per Skoda Fabia. Tra le city car da non perdere il “contatto” con Renault Twingo a motore posteriore e Smart ForTwo e ForFour.

Daniele Vaninetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA