Seat Leon anche elettrica e a metano

Seat Leon anche
elettrica e a metano

Fin dal suo lancio nel 1999 Leon è uno dei pilastri di Seat. Oggi è il primo modello del marchio a offrire cinque diverse tecnologie di propulsione in grado di rispondere alle esigenze di varie tipologie di guida.

Il ventaglio di propulsori all’avanguardia include varianti a benzina (TSI), Diesel (TDI), mild-hybrid (eTSI), ibrido plug-in (eHybrid) e a metano (TGI), permettendo al cliente la scelta dell’auto che meglio rispecchia il proprio stile di vita e le proprie esigenze e offrendo nel contempo l’efficienza e le prestazioni richieste dal mercato. In totale, per la nuova versione sono disponibili 11 diverse varianti meccaniche, con una potenza erogata che va da 90 CV, con il 1.0 TSI, ai 204 CV dell’ibrida plug-in.

Dotata di Drive Profile (disponibile di serie sulla variante FR), Leon consente la scelta tra diverse modalità di guida preimpostate (Eco, Normal, Comfort e Sport) oltre alla modalità Individual, che permette di adattare l’auto alle proprie esigenze, grazie al nuovo selettore DCC. I motori benzina disponibili di serie per la nuova sono tutti a iniezione diretta con turbocompressore ed erogano da 90 CV a 190 CV di potenza. Il Diesel rimane un’importante tecnologia al fine di ridurre le emissioni di anidride carbonica e il nuovo modello sarà disponibile con tre motorizzazioni, tutte 2.0 TDI. Questi motori introducono un nuovo SCR (Selective Catalytic Reduction) a doppio dosaggio, che include doppia iniezione di AdBlue al fine di ridurre sensibilmente le emissioni di NOx rispetto ai Diesel di precedente generazione.

La gamma vede anche il debutto di due propulsori ibridi, un mild-hybrid (eTSI) e una versione ibrida plug-in (eHybrid). L’ibrida plug-in permette al conducente di guidare in modalità totalmente elettrica con un’autonomia di circa 60 km. Nella seconda metà dell’anno, la nuova Leon offrirà come ulteriore opzione un motore 1.5 TGI (130 Cv) a metano, abbinabile sia al cambio manuale sia a quello DSG. La vettura integra tre serbatoi per il metano con un volume netto complessivo di 17,3 kg, garantendo un’autonomia di 440 km senza necessità di fare rifornimento. Nel caso in cui l’autonomia a metano dovesse terminare, il motore passa automaticamente all’alimentazione a benzina per poter raggiungere la più vicina stazione di rifornimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA