Škoda Superb  punta sulla sicurezza

Škoda Superb
punta sulla sicurezza

Per Škoda la sicurezza di guida è un valore imprescindibile e l’impiego delle più moderne tecnologie è oggi un naturale complemento alle caratteristiche di abitabilità e comfort che sono tipiche di ogni modello.

A partire dalla piccola Citigo con frenata automatica City Safe Drive fino al recente Suv compatto Karoq con radar adattivo e sistema anti-investimento pedoni, tutti i modelli mettono a disposizione dispositivi laser, radar e telecamere che aiutano il conducente in ogni occasione. Nelle fasi di parcheggio o durante la guida nel traffico cittadino e autostradale, la filosofia Škoda è rendere accessibili tecnologie che semplificano la vita di tutti i giorni, aumentando in modo determinante la sicurezza attiva e salvaguardando, così, l’incolumità di chi guida e degli altri utenti della strada.

Per questo motivo, Škoda Superb nelle versioni berlina e wagon, ammiraglia della Casa boema, è stata scelta per iniziare un percorso che porterà le più recenti tecnologie a far parte della dotazione di serie della gamma. Oggi, quindi, le versioni Style, Sport Line e Laurin & Klement vantano un equipaggiamento di sicurezza che non trova riscontro nelle versioni di serie dei competitor. L’ammiraglia Škoda nelle versioni Style, Sport Line e Laurin & Klement è ora dotata di serie del pacchetto Travel Assistant, che mette al servizio del Cliente il Traffic Jam Assistant: in caso di traffico intenso, con Lane Assistant e ACC attivi, l’auto è in grado di assistere il conducente nella guida in colonna intervenendo direttamente su motore e sterzo. Il sistema permette all’auto di fermarsi autonomamente e ripartire seguendo l’auto che precede. Il sistema è operativo fino a una velocità massima di 65 km/h.

C’è poi l’Emergency Assistant: il sistema si attiva in situazioni di particolare pericolo per chi guida. Il sistema rileva, infatti, l’inattività del conducente ed è in grado di portare automaticamente il veicolo all’arresto, mantenendolo nella corsia di marcia. Grazie a una telecamera anteriore l’auto riconosce le delimitazioni della carreggiata e agisce sullo sterzo per mantenere attivamente il veicolo al centro della corsia. I sensori radar, inoltre, rilevano i veicoli in avvicinamento laterale o posteriore, misurandone distanza e velocità. Se il conducente inizia una manovra di cambio corsia, attivando la luce di direzione, in una situazione riconosciuta come critica, il sistema attiva i Led di segnalazione e, in casi estremi, con il Lane Assistant attivo, interviene sullo sterzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA