Tivoli, nuovo crossover
con targa SsangYong

Prende il nome da Tivoli, la cittadina nei pressi di Roma conosciuta nel mondo per patrimonio culturale e bellezze paesaggistiche (ospita i giardini di Villa d’Este), il nuovo crossover firmato dalla SsangYong, con il quale la casa coreana entra nell’affollato e in costante crescita segmento B dei Suv compatti.

Tivoli, nuovo crossover con targa SsangYong

Primo modello nato dopo la fusione di SsangYong e Mahindra & Mahindra, risultato di oltre tre anni di sviluppo e di un investimento pari a 280 milioni di euro, la Tivoli si fa apprezzare esteticamente per un design ben proporzionato, caratterizzato da linee forti e dalla cintura alta. Il frontale trasmette forza e robustezza, la fiancata è dinamica e muscolosa, mentre gli interni, spaziosi sia davanti sia dietro, offrono un eccellente standard di abitabilità. Il bagagliaio, che ha una capacità di carico di 423 litri, abbattendo la seconda fila di sedili raggiunge i 1.115 litri. Da apprezzare, anche, i numerosi vani portaoggetti distribuiti nell’abitacolo (la console centrale può ospitare un tablet) e la facilità di connessione ai dispositivi IT (information technology).

La gamma Tivoli è disponibile con tre allestimenti. Si parte dalla «Start», la versione base (solo benzina) già dotata di numerosi contenuti di sicurezza e comfort, per passare alla «Go», versione intermedia ancora più caratterizzata. Al vertice della gamma si trova la «Be» con dotazioni al top della categoria. Per soddisfare le esigenze di personalizzazione della clientela sono disponibili per la «Be» tre specifici pacchetti: Visual (verniciatura esterna bicolore, disponibile in quattro modalità,e a cerchi in lega da 18”); Cool pack (interni in pelle, beige o neri) e Hot pack (interni in pelle bicolore rosso e nero anche per plancia e volante).

Le motorizzazioni di 1.600 cc Euro 6 - benzina, bi-fuel GPL e diesel - sono accoppiate a trasmissioni manuali e automatiche (entrambe a sei marce) e disponibili con trazioni anteriore o integrale AWD. Il nuovo motore benzina e-XGi160 eroga una potenza di 128 CV e ha una buona elasticità, mentre l’unità diesel e-XDi160 115 CV ha consumi ed emissioni contenuti (4,3 l/100 km e 113 g/km di CO2 nel ciclo combinato per il 2WD con cambio manuale). Al volante del nuovo crossover della SsangYong non si può che apprezzarne la versatilità. La Tivoli ben si destreggia sia nel caotico traffico urbano, sia nei percorsi più accidentati con la versione a quattro ruote motrici.

Il sistema Smart Steer con tre diverse modalità di sterzo - Normale, Comfort e Sport - consente al guidatore di regolare la sensibilità dello sterzo e scegliere impostazioni diverse nelle manovre di parcheggio, nella guida urbana o nella marcia a velocità sostenute in autostrada. Anche i sistemi di controllo e sicurezza (attiva e passiva) sono ai vertici della categoria. Tra gli altri sette airbag di serie, uso di acciai speciali per la protezione degli occupanti, ABS, ESP, Hill Start Assistant (HSA), ARP e BAS per impedire il ribaltamento del veicolo.

Realizzata con l’obiettivo di catturare una clientela dinamica, non esclusivamente giovane e che sceglie la propria vettura per distinguersi, la Tivoli si presenta con oltre 100 differenti combinazioni possibili, escludendo colori e pacchetti opzionali. I prezzi vanno per le versioni a benzina dai 15.950 € della Start, ai 19.550 € della Go, sino ai 28.350 € della Be Hot Visual Auto AWD. La differenza di listino per acquistare le versioni a gasolio o bi-fuel GPL, così come per avere la trasmissione automatica o la trazione integrale, è di 1.800 €. SsangYong offre sulla Tivoli una garanzia di ben 5 anni o 100.000 km per l’Europa. La versione a benzina arriverà sulla strade italiane il prossimo 13 giugno, da metà luglio sarà disponibile anche il bi-fuel GPL. Per il diesel si dovrà invece attendere il mese di settembre.

U. N.

© RIPRODUZIONE RISERVATA