Chiacchiere il dolce di Carnevale

Chiacchiere
il dolce di Carnevale

La ricetta del dolce simbolo del nostro Carnevale.

In Italia esiste una vasta gamma di dolci di Carnevale preparati artigianalmente e in casa, che accompagnano le sfilate di carri e di maschere nei giorni che precedono il Mercoledì delle Ceneri, con una piccola diversificazione secondo i luoghi di provenienza, dei dolci tipici e dei nomi a loro attribuiti.

Le chiacchiere o crostoli o frappe o bugie sono dei tipici dolci italiani preparati solitamente durante il periodo di Carnevale, chiamati anche con molti altri nomi regionali.

La loro tradizione risale a quella delle frictilia, i dolci fritti nel grasso che nell’ antica Roma venivano preparati proprio durante il periodo del calendario romano corrispondente al Carnevale della Chiesa Cattolica (febbraio)

INGREDIENTI

1kg di farina
200g di zucchero
80g di burro
50g di vin santo
8 uova
15g di lievito chimico
10g di sale
zucchero a velo q.b.
Olio q.b.
aromi

PROCEDIMENTO

Setacciare la farina con il lievito e formare una fontana sul tavolo.
Mettere all’interno tutti gli ingredienti della ricetta (eccetto l’olio).
Impastare e rendere l’impasto omogeneo. Tirare l’impasto con il matterello.
Tagliare le chiacchiere a strisce con il tagliapasta festonato.
Friggere in olio a 176 gradi.
Tenere girati i pezzi durante la cottura.
Scolare le chiacchiere (con il ragno) e metterli sullo scola fritto o su un piatto con della carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.
Una volta fredde, spolverare con zucchero a velo.
Accompagnare con un vino passito o un moscato del nostro territorio

Ricetta preparata da: Carlotta Rota Nodari, Elisabetta Rota, Viola Bosetti, Mattia Bensoni, Riccardo Guagnano 4’H.


© RIPRODUZIONE RISERVATA