Involtini di Fénis
La ricetta «regale»

Una ricetta «regale» presentata dagli studenti dell’Istituto Superiore di San Pellegrino.

Involtini di Fénis La ricetta «regale»

Il castello di Fénis (Valle d’Aosta), posto su una porzione di territorio priva di difese naturali, unisce ai caratteri della fortificazione quelli della residenza signorile. Noto per la sua straordinaria architettura, con le torri e mura merlate, colpisce chi lo osserva e richiama immediatamente la storia, la vita e l’arte del Medio Evo. Il maniero è la sintesi di diverse campagne costruttive succedutesi negli anni, dovute ai più importanti esponenti della casata degli Challant: essi lo arricchirono di eleganti decorazioni pittoriche per adeguarlo a sede di rappresentanza e lo dotarono dell’imponente apparato difensivo, a testimonianza di potenza e prestigio. Oggi il castello, di proprietà dell‘Amministrazione regionale, si presenta in una veste rinnovata dal recente riallestimento critico.

Gli involtini di Fénis sono un secondo di carne tipico della cucina valdostana. Si tratta di scaloppine di vitello sanato chiuse ad involtino e ripiene di mocetta e fontina, che, dopo essere state infarinate, vengono rosolate nel burro e poi irrorate di brandy e brodo di carne; a cottura quasi ultimata, viene aggiunta anche della panna.

Ingredienti

500 g fesa di vitello

200 g panna

160 g burro

120 g uova

100 g mocetta (o bresaola)

100 g Fontina

80 g Brandy

40 g farina 00

q.b. sale e pepe

Procedimento

Battere la carne per assottigliarla, poi tagliarla a metà per il largo ogni fetta.

Distribuire su ognuna una fetta di mocetta e un pezzetto di fontina, arrotolare su se stessa ogni pezzo di carne e fissare con uno stuzzicadenti. Infarinare ogni involtino e passarlo nell’uovo sbattuto.

In una padella sciogliere il burro e unirvi la carne facendola rosolare da tutti i lati.

Regolare di sale e pepe e sfumare col brandy.

Far cuocere gli involtini per circa 20 minuti a fiamma bassa, girandoli spesso.

Se necessario, bagnarli ogni tanto con del brodo. Pochi minuti prima del termine della cottura unire la panna e far addensare. rimuovere gli stuzzicadenti e servire.

Ricetta presentata da: Lisa Pansa, Gabriele Pesenti, Simone Musitelli, Iacopo Ghilardi di 4A

© RIPRODUZIONE RISERVATA